facebook twitter rss

Inchiesta in procura sui lavori al cimitero, i 5 Stelle: “Fallimento dell’amministrazione”, Benedetti: “Aspettiamo con serenità la fine delle indagini”

MONTEGIORGIO - I 5 Stelle: "In nessuno degli ambiti in cui l’attuale amministrazione montegiorgese si è cimentata, ha raggiunto un risultato accettabile". Il sindaco Benedetti: "Abbiamo visionato tutta la documentazione, siamo sereni"
venerdì 22 dicembre 2017 - Ore 17:24
Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale di Fermo

 

Un’inchiesta in Procura in merito ad alcuni lavori pubblici a Montegiorgio. Il Movimento 5 Stelle entra nel merito delle verifiche in corso da parte della Procura di Fermo e lo fa con un duro attacco all’amministrazione.  “La conferma – scrivono i 5 Stelle –  si è avuta a seguito di una lettera dello stesso sindaco Armando Benedetti in risposta a un cittadino attivista dei 5 Stelle il quale, in base alla vigente normativa sulla trasparenza, ha presentato un accesso agli atti affinché gli fossero resi disponibili documenti inerenti a un preciso procedimento tecnico amministrativo. Il sindaco tuttavia faceva sapere che, essendo i documenti richiesti oggetto di un’indagine giudiziaria in corso, questi non potevano al momento essere concessi”. 

“E così – spiegano i pentastellati – se c’era bisogno di un’ulteriore prova dei fallimenti dell’amministrazione Benedetti e degli schieramenti che, con i loro coordinatori e responsabili regionali, hanno concorso a costituirla, in primis Forza Italia e Udc, questa ne è l’ennesima. Ora in considerazione degli eventi verificatisi, il Gruppo ritiene doveroso avanzare una circostanziata riflessione politica. In nessuno degli ambiti in cui l’attuale amministrazione montegiorgese si è cimentata, ha raggiunto un risultato accettabile. Basta ricordare la questione della sanità, Palazzo Colonna, la pianta organica relativa al personale, la ristrutturazione della chiesa di San Francesco, la partecipazione alla società Alipicene, i lavori pubblici,  fatti salvi quelli ascrivibili all’ex assessore Bruno Belleggia. In aggiunta, questo penoso calvario è stato perfezionato dalle dimissioni sabato scorso dell’assessore al Bilancio Marzialetti, il quale ha affermato di non riconoscersi più nel progetto politico dell’amministrazione Benedetti. Ecco quindi dispiegato di fronte ai cittadini il desolante quadro delle politiche locali, delle farraginose alchimie di partito gestite da coordinatori regionali i quali, come corresponsabili e supervisori della gestione della cosa pubblica, non si sono minimamente preoccupati di correggere l’operato di chi non si è dimostrato in grado di sapere guidare un Comune. Allora prima di gridare all’incompetenza degli altri, guardatevi in casa, cari signori di Forza Italia, perché, come dimostrato a Montegiorgio, l’incompetenza vostra si misura a tonnellate. Scende mestamente il sipario su un’amministrazione che non ha certo brillato – concludono – sperando che i cittadini montegiorgesi, memori di questo sciagurato fallimento politico, chiudano per sempre con l’era Benedetti, e non si attardino con qualche suo discepolo alle prossime elezioni amministrative di maggio”.

Sul fronte opposto il sindaco Armando Benedetti non fa mistero delle verifiche in corso da parte della Procura: “E’ stato fatto un esposto alla Procura per dei lavori fatte al cimitero per delle cappelline, dicendo che non erano stati realizzati a regola d’arte. Da parte nostra posso dire che abbiamo visionato tutta la documentazione a riguardo e che aspettiamo con serenità la fine delle indagini”. 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X