facebook rss

Notte di violenza e sangue a Montegranaro: durante la rissa spunta un coltello

MONTEGRANARO - Carabinieri che stanno cercando di ricostruire cosa ci sia stato alla base del violento scontro, se una colluttazione casuale o un vero e proprio regolamento di conti
giovedì 28 dicembre 2017 - Ore 11:01
Print Friendly, PDF & Email

Una notte di violenza, quella appena trascorsa a Montegranaro, nell’androne di una palazzina non lontano dall’ospedale. Era circa l’una quando è scoppiata una rissa tra due uomini di origini marocchine. Prima le parole pesanti, diventate poi grida, poi i pugni e i calci senza pietà. Una violenza che è degenerata quando è spuntato un coltello.

Subito è stato dato l’allarme: sul posto le ambulanze della Croce Gialla di Montegranaro, della Croce Azzurra di Sant’Elpidio a Mare, l’auto medica del 118 da Montegiorgio e i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Fermo.

Forze dell’ordine e soccorritori che si sono trovati davanti ad una scena terribile con sangue ovunque e i due uomini che hanno riportato ferite da arma da taglio. Entrambi sono stati trasportati al pronto soccorso del Murri di Fermo. Mentre uno  se la caverà con una prognosi di venti giorni, per l’altro la prognosi resta riservata viste le gravi lesioni riportate. Carabinieri che stanno cercando di ricostruire cosa ci sia stato alla base del violento scontro, se una colluttazione casuale o un vero e proprio regolamento di conti.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



8 commenti

  1. 1
    Carlo Landolfi il 28 dicembre 2017 alle 10:25

    ecco le risorse , dove ci portano la loro cultura , vero Sboldrini ??

  2. 2
    Fabrizio Esposto il 28 dicembre 2017 alle 10:30

    Strano…..due marocchini?

  3. 3
    Mimmo Brillante il 28 dicembre 2017 alle 10:31

    Parole pesanti? Perche mo’capite pure l’arabo

  4. 4
    Guido Pierbattista il 28 dicembre 2017 alle 10:33

    quello che deve da vinì a casa sta gentaglia è ora

  5. 5
    Luca Derosa il 28 dicembre 2017 alle 10:56

    E adesso bisognerà anche curarli e mantenerli fino a quando si saranno rimessi . Poi continuare ad ospitarli (altrimenti qualcuno potrebbe aversene a male accusando di razzismo a chicchessia) e magari anche invitarli a cena per un promiscuo di culture . Mai avuto notizia del genere in due anni per le popolazioni colpite dal terremoto . Un caso ?

  6. 6
    Grasselli Massimo il 28 dicembre 2017 alle 11:16

    Ma si spendiamo soldi delle nostre tasse per soccorrere sta gente , poi non ci sono risorse per accudire un italiano anziano che magari ha pagato contributi e tasse X una vita

  7. 7
    Nora Ignazi il 28 dicembre 2017 alle 11:56

    Sarebbe utile non omettere nomi e foto di questi delinquenti così liberi di terrorizzare un paese , magari sapremmo anche da chi ci dobbiamo guardare , il centro storico è tutto imbrattato di sangue dopo la notte dei coltelli precedente a questa , che paghino le conseguenze della gogna almeno

  8. 8
    Ginevra Paradiso il 28 dicembre 2017 alle 13:12

    Siamo ben lontani da quandonel lontano 1982 due miei vicini ITALIANI del centro storico vivevano x farsi dispetti dal tirarsi la caffettiera o la scopa o carote e patate

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X