facebook twitter rss

Il titolare del bar Lorenzo: “Dopo 5 furti sono stanco, da oggi il bar è in vendita, non c’è tutela per la gente onesta” VIDEO INTERVISTA

PORTO SANT'ELPIDIO - La parole di Giorgio Facciaroni dopo l'ennesimo colpo subito la notte scorsa: "Queste situazioni ti svuotano dentro. Devo dire grazie alla polizia che stanotte alla due e mezza era qui, al signore che abitando sopra mi ha avvertito. La cosa più sconfortante non è tanto il discorso economico, ma il fatto che ti senti svuotato dentro. Diamo l'anima per questo locale, io, la mia famiglia, i collaboratori"
giovedì 4 gennaio 2018 - Ore 13:50
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Paolo Paoletti

“Il mio non è uno sfogo ma una constatazione di fatto, è dalle due e mezza di questa notte che sono qui e sono ben consapevole di quello che dico”. Abbiamo incontrato il signor Giorgio Facciaroni nella sua storica attività, seduti in un tavolino del bar Lorenzo di Via Garda a Porto Sant’Elpidio.  Una giornata difficile, quella odierna, dopo l’ennesimo furto subito con un bottino da migliaia di euro oltre ai danni ingentissimi al locale. (leggi l’articolo).

“Dopo cinque furti in nove anni io sono veramente stanco – ci spiega il signor Giorgio – da oggi in poi il bar Lorenzo è in vendita al miglior offerente. Queste situazioni ti svuotano dentro. Devo dire grazie alla polizia che stanotte alla due e mezza era qui, al signore che abitando sopra mi ha avvertito. Non c’è più tutela per le gente onesta che si alza la mattina alle 5. Non voglio accusare nessuno, né amministrazione né forze pubbliche, però tra gente onesta e gente delinquente, i tanti bla bla bla e la gente seria, non c’è differenza”.

Titolare che ci spiega: “Sono stanco, a 57 anni, di questa situazione. Il bar Lorenzo, lo dico ufficialmente oggi, lo mettiamo in vendita al miglior offerente.  Paghiamo l’affitto ma il bar è di nostra proprietà. Non ce la faccio più. Solo io so quello che mi sono trovato davanti nel venire alle due e mezza di notte e nel vedere quella che era la situazione. Stamattina i clienti hanno trovato tutto nella norma. Stanotte però mi ha aiutato il pasticcere a rimettere a posto, passare la scopa e lo straccio. Il signor Peter della pasticceria Galletta mi ha dato una mano a riordinare perchè quello che era dietro al bar, in cucina e negli altri locali, solo io lo so“.

Il signor Giorgio aggiunge: “La cosa più sconfortante non è tanto il discorso economico, ma il fatto che ti senti svuotato dentro. Diamo l’anima per questo locale, io, la mia famiglia, i collaboratori. Siamo ringraziati dai clienti. Probabilmente siamo uno dei locali storici che, grazie a Dio, a Porto Sant’Elpidio lavora bene. Grazie ai nostri clienti abitudinari e a quelli occasionali. Oggi però mi sento davvero vuoto dentro”.

 

 

 

Colpo della banda del buco al bar Lorenzo, rubate le casse delle macchinette slot


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X