facebook twitter rss

Davide Ceccaroni: ”Sulla Bike
Card informazioni inesatte”

CICLISMO - Il responsabile del settore UISP nazionale precisa sulla vicenda effettuando alcuni chiarimenti in merito a quanto già apparso sui nostri spazi
giovedì 11 gennaio 2018 - Ore 15:56
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – In merito a quanto uscito relativamente alla questione della Bike Card, a precisazione della relativa panoramica ( leggi il nostro articolo ) arriva ora l’intervento del dirigente della UISP , ciclismo nazionale, Davide Ceccaroni.

“Allo stato attuale, vi è un accordo di reciprocità tra gli enti FCI – ACSI – UISP che non prevede l’adozione di alcuna bike card tra questi, e comunque la stessa non va in alcun modo chiamata “tassa”. A chiarimento del quesito basta semplicemente consultare il comunicato dalla Federazione Ciclistica Italiana emesso in data 22 dicembre scorso, pubblicato ufficialmente sul sito FCI”.

” Vi è un accordo con l’ente Libertas – precisa Ceccaroni – che prevede l’adozione della Bike Card da parte di quest’ultimo, sempre riconducibile alla FCI, stavolta reso noto in data 4 gennaio. Dunque, non vi è allo stato attuale alcun ulteriore accordo che contempli convenzioni con altri enti, la situazione è comunque in evoluzione ed inviterei tutti, ciclisti in primis, a tenere presente, come ente chiarificatore, la Federazione stessa prima di prendere per buone notizie incontrollate che non hanno fondamento e generano confusione”.

p. g. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X