facebook twitter rss

L’inseguimento e l’incidente:
la polizia identifica tre persone
a bordo delle auto in fuga

PORTO SAN GIORGIO - L'uomo, che a causa del folle inseguimento tra due vetture, è rimasto coinvolto in un incidente stradale, è ricoverato in ospedale. La polizia attende di conoscere per contestare i reati ai fuggitivi
giovedì 11 gennaio 2018 - Ore 17:16
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Un’indagine fulminea, forte di una ricostruzione lampo dell’accaduto e delle testimonianze oculari, ha portato gli agenti della polizia del commissariato di Fermo a chiudere il cerchio sul rocambolesco inseguimento avvenuto ieri pomeriggio tra via Castelfidardo, via Trento e il lungomare nord. Un inseguimento che ha provocato anche un incidente stradale e ha mandato un malcapitato automobilista all’ospedale.

LA LITE E L’INSEGUIMENTO

Ieri pomeriggio, infatti, a seguito di motivi in fase di accertamento, è scoppiato un animato battibecco tra tre persone, un uomo e una donna da una parte, un secondo uomo dall’altra. Da lì la fuga e l’inseguimento con le due vetture, una Fiat Croma e una Opel Mokka, che, da via Castelfidardo, si sono lanciate prima in via Trento, dove è stata risultata danneggiata una Opel Astra, e poi sul lungomare nord sangiorgese. E lì l’incidente più grave con una terza vettura, una Fiat Punto station wagon, finita contro una quarta auto, una Nissan Micra, posteggiata lungo la strada. Sul posto, oltre ai sanitari che si sono occupati  dell’automobilista che si trovava al volante della Punto, e alla Municipale, anche gli agenti della polizia che hanno immediatamente avviato le indagini.

LE INDAGINI E LE IDENTIFICAZIONI

Raccolte le testimonianze oculari e ricostruito rapidamente e sommariamente l’accaduto, gli agenti sono arrivati ad identificare le tre persone in fuga. Ed ora per sapere di cosa quei tre saranno chiamati a rispondere, non resta che attendere la prognosi dell’uomo ricoverato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



1 commento

  1. 1
    Umberto Farina il 11 gennaio 2018 alle 21:09

    Come sempre

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X