facebook twitter rss

Coach Ceccarelli contento al cubo per
la vittoria schiacciante su Ferrara

SALA STAMPA - L’allenatore della XL Extralight ha più di un motivo per gioire dopo la vittoria per 100-76 sulla Bondi Kleb Basket: la rivincita con gli emiliani nel girone di ritorno con una abissale differenza canestri, la ripresa emotiva dopo l’uscita dalla Coppa Italia  e la splendida figura fatta in vetrina nazionale davanti alle telecamere di Sportitalia
domenica 14 gennaio 2018 - Ore 16:33
Print Friendly, PDF & Email

Gabriele Ceccarelli, coach dei veregrensi

PORTO SAN GIORGIO –  Finisce così una splendida performance casalinga della Poderosa sotto gli occhi di tutta la nazione sul canale digitale terrestre 60 di Sportitalia: 100 a 76 per i veregrensi.

Coach Alberto Martelossi, alla guida degli emiliani, riconosce la superiorità dell’avversario di casa con umiltà, ironia e altrettanto equilibrio verso i suoi: “Potrei iniziare a parlare con una parolaccia ma non son capace”, scherza amaramente e poi torna subito serio, “Ho visto un Montegranaro di grande livello: noi siamo in un momento psico-fisico non al massimo e forse abbiamo fatto vedere tutte le nostre qualità troppo presto e solo all’inizio” dice riferendosi al primo quarto concluso per loro con un vantaggio di 8 punti. Da lì in poi è stato tutto un subire: “Il problema non è perdere qui e con scarto ingente, ma è la forma in cui ciò accade, perché ci siamo confrontati con delle difficoltà, all’inizio nel terzo quarto abbiamo subìto due canestri difficili, quindi ci mettiamo dentro  anche un po’ di sfortuna, ma solo questo ci è bastato per arrestare la nostra fluidità offensiva e non abbiamo avuto né lucidità né pazienza , abbiamo sprecato molto e abbiamo permesso a Montegranaro di fare dei bei contropiedi: in sostanza sono bastati 5 minuti per perdere il controllo della partita. Il mio grande rammarico è aver visto la mia squadra nel primo tempo ordinata e coinvolgente e con una buona attitudine difensiva e ciononostante abbiamo ottenuto troppo poco a livello di differenza numerica, poi ci siamo eclissati”. Si ammorbidisce pensando agli ultimi istanti di gioco in cui i suoi però non hanno mollato nonostante la partita chiusa: “Mi fa piacere che mi abbiano comunicato ancora grinta e questo è sintomo che il cuore c’è, dobbiamo sistemare il resto” riferendosi a qualche problemino fisico e di tenuta emotiva.

Coach Alberto Martelossi alla guida di Ferrara

Arriva dopo di lui Gabriele Ceccarelli, che, seppur radioso per il risultato, non rinuncia al consueto cicchetto ai suoi ragazzi laddove non è soddisfatto di qualcosa. “Il primo quarto non avrei biasimato chi avesse lasciato il palazzetto per il brutto spettacolo che stavamo dando”. Menomale che, giunto il ribaltone, c’è stato solo da complimentarsi coi i gialloblù per la grinta nel dar vita ad una rimonta a dir poco esponenziale: “Non pronuncio le parole ‘panchinari’ né ‘under’, ma voglio solo dire che la vera e propria ripresa della partita è dipesa dall’aiuto che i meno esperti, se vogliamo chiamarli così, hanno dato ai senior”. Ha voluto rimarcare ancora una volta che nella Poderosa non ci sono giocatori di Serie A né di Serie B, non vigono gerarchie, ma solo un pregnante comune principio : quello di far vincere la squadra, cosa che riesce non servendo in automatico i nomi più noti, ma solo con l’estrema intelligenza , il rapido opportunismo di chi sa come ottenere il massimo risultato in quei rapidissimi istanti. Ha fatto entrare, una volta tranquillo dell’esito finale, anche Altavilla, negli ultimi istanti di gioco : “Merita una vetrina del genere e lo farò giocare di più in avanti perché mi ascolta, ma soprattutto perché ha avuto la sua prima occasione per capire che siamo un gruppo unito con dei valori saldi”.

Dario Zucca

D’accordo con il suo allenatore è Dario Zucca: “Eravamo in missione per la differenza canestri oggi contro il Ferrara”, esordisce soddisfatto “e sono contento anche della mia prestazione che è anche il frutto della fiducia che i miei compagni mi danno”, infatti gli assist diretti a lui dai più anziani non sono di certo mancati , a suggellare proprio quel leit motiv che ormai conduce la Poderosa lungo questo tosto campionato, ‘ l’importante è vincere insieme, oltre ogni cosa’.

Silvia Remoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X