facebook twitter rss

Telecamere agli ingressi della città:
in arrivo “occhi in hd”, prossimi step
parchi pubblici e tutto il lungomare

PORTO SAN GIORGIO - L'assessore Marcattili: "Controlleremo l’accesso a nord lungo la ss16, quello a sud all’altezza delle rotatoria, quello ad ovest in via Santa Vittoria e il lungomare nord a confine con Fermo". Ci sono circa 120mila euro. Serviranno anche per riparare e ripristinare “13 telecamere guaste”
lunedì 22 Gen 2018 - Ore 17:10
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

Le telecamere a Porto San Giorgio passeranno da 30 ad oltre 40. L’amministrazione comunale investe sulla videosorveglianza. E lo fa puntando l’occhio del grande fratello verso gli ingressi principali alla città, quelli che la Prefettura di Fermo ha espressamente chiesto di monitorare. A disposizione ci sono circa 120mila euro. Serviranno sia per riparare e ripristinare “13 telecamere guaste” chiarisce Marcattili, che per installarne una dozzina di nuove nei punti nevralgici. Si procederà per step. E’ lo stesso assessore con delega alla sicurezza, Giampiero Marcattili, a fare il punto. “Controlleremo l’accesso a nord lungo la statale Adriatica, quello a sud all’altezza delle rotatoria, quello ad ovest in via Santa Vittoria e il lungomare nord a confine con Fermo”. Le nuove telecamere avranno, per così dire, compiti diversi. Ci sono quelle in grado di leggere le targhe delle automobili, quindi con un’alta definizione, e quelle che sorveglieranno ad ampio spettro l’area interessata. “Non vorremmo fermarci qui –prosegue ancora Marcattili- ma implementare il sistema”. L’idea è di estendere infatti la videosorveglianza ai parchi pubblici, ritenuti luoghi sensibili, e a tutto il lungomare Gramsci.

L’assessore Giampiero Marcattili

Indicazione, quella sui parchi, che è arrivata anche dalla Prefettura. Insomma una città sempre più controllata per creare quel necessario deterrente contro la microcriminalità e non solo. Nei mesi scorsi, ad esempio, lo strumento in questione è servito alla polizia municipale per risalire all’identità dell’automobilista che a bordo di un furgone ha danneggiato il marciapiede di piazza Bambinopoli. Sempre di più, anche le grandi città, si stanno dunque dotando di telecamere per sorvegliare strade e vie. Una scelta che non è più accompagnata, come invece avveniva in passato, da lunghe polemiche e dubbi sollevati da chi lamentava che in questo modo la privacy dei cittadini finisse con l’essere messa all’angolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..


1 commento

  1. 1
    Giovanni Concetti il 23 Gen 2018 alle 1:57

    Signori. Amistratori. Io. Credo. Che. VOI. Dovete. Controllare. Più. SUI. Semafori. I. Lava. Vetri. E. QUELLI. Ché. FANNO. Accattonaggio. O. Non. LI. Vedete. SoLo. PER. Fa. Le. MoLte. Siete. BRAVI. Le. Strade. Con. TUTTE. Buche

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X