facebook twitter rss

Più sicurezza all’ospedale:
la vigilanza della Fi.Fa. security
diventa h24, accordo con l’Av4

FERMO - Il responsabile dell'area di Fermo dell'agenzia di vigilanza, Salvatore Frassino: "Saremo un supporto per le forze dell'ordine. Contiamo, con l'h24, di sgravare la loro mole di lavoro garantendo un controllo costante all'ospedale"
giovedì 25 Gennaio 2018 - Ore 14:06
Print Friendly, PDF & Email

Al centro, il brigadiere Salvatore Frassino

L’Area vasta 4, con in testa il direttore Licio Livini, e l’istituto di vigilanza privata Fi.Fa. securiy hanno sottoscritto una convenzione che amplia il servizio svolto dalla Fi.Fa. all’ospedale di Fermo. La vigilanza privata infatti controllerà le aree sensibili del nosocomio fermano, a partire dal pronto soccorso, h24. Gli agenti privati che già si occupavano dalle 20 alle 8, della sicurezza del personale, dei pazienti e della struttura ospedaliera, a seguito dell’accordo con l’Area vasta 4, svolgeranno le loro mansioni nell’arco dell’intera giornata. Il nuovo accordo partirà dal primo febbraio e garantirà la sicurezza nell’ospedale e nell’area circostante, a questo punto, notte e giorno.

L’ospedale di Fermo

“Una convenzione che, impiegando il nostro personale nell’arco delle 24 ore – spiega il responsabile dell’area di Fermo della Fi.Fa., il brigadiere  Salvatore Frassino – vuole avere anche l’obiettivo di alleggerire il carico di lavoro, già gravoso, delle forze dell’ordine che devono vigilare su tutto il territorio fermano e con cui abbiamo un eccellente rapporto di collaborazione e sinergia. Ovviamente non ci sostituiamo a carabinieri e polizia, alle forze dell’ordine in generale. Ma potremmo essere per loro un supporto su cui poter contare, sempre”. Dunque l’Area vasta 4 ha deciso di investire sulla sicurezza a 360 gradi dell’ospedale, del personale che quotidianamente ci lavora, e che è stato anche vittima di aggressioni, e dei pazienti. E ha deciso di farlo riponendo rinnovata fiducia nella Fi.Fa. security.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X