facebook twitter rss

Fermana, Roberto Grieco tra
la vittoria di Mestre e la prossima
sfida contro il Santarcangelo

SERIE C - Il giovane mediano proveniente dalla Vis Pesaro esterna le proprie sensazioni in merito al passaggio di campionato. Al di la delle vicende di squadra, il centrocampista mette in risalto il suo impatto con la categoria, considerandone le performance, superato a pieni voti
martedì 30 Gennaio 2018 - Ore 19:19
Print Friendly, PDF & Email

Il centrocampista classe 1997, Roberto Grieco

FERMO – Un under con la classe di un veterano. Roberto Grieco, centrocampista canarino ’97, è uno dei gioiellini incastonati nello scacchiere del sergente gialloblù Destro. Nonostante il suo primo anno in Terza Serie, l’ex vissino scuola Spezia è uno dei fari del centrocampo fermano.

“Nei momenti iniziale della mia avventura tra i pro – dichiara – ho avuto difficoltà con l’approccio e l’impatto fisico della categoria. Adesso, piano piano, sto capendo che bisogna giocare sempre a due tocchi, pensare prima ed agire in anticipo. Il possesso palla? Nella maggior parte dei casi si attende l’avversario per poi ripartire. Però, quando abbiamo la sfera dalla nostra, cerchiamo di verticalizzare subito e di operare in maniera corretta. Cosa va corretto? Dobbiamo cercare di finalizzare meglio le azioni che creiamo e sfruttare le palle inattive a nostra disposizione”.

A proposito di calci piazzati, il gol vittoria siglato dal match-winner Mane è arrivato proprio dalla punizione nata dai piedi di Petrucci dalla bandierina. “E’ stata una partita svolta molto bene, sono contento sia della prestazione personale che del risultato finale. E’ stata una bella prova da parte di tutta la squadra. L’abbraccio mio a Mane? Abbiamo instaurato un bel rapporto. Lo scorso anno, anche se non ci conoscevamo e giocavamo in squadre diverse, fu uno dei primi che mi fece gli auguri. Siamo coetanei e ci aiutiamo a vicenda”.

Sul prossimo avversario, il Santarcangelo: “Dobbiamo ripetere la prestazione di Portogruaro e se avremo lo stesso approccio credo non ci saranno problemi. Sappiamo qual è il nostro punto di forza, ovvero il saper aspettare e ripartire al momento giusto e lo utilizzeremo per far nostra la gara”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X