facebook twitter rss

Macerata dopo la paura, la Cgil:
“Sabato grande manifestazione
contro razzismo e fascismo”

INIZIATIVE - Il messaggio della Cgil Marche dopo i tragici fatti dello scorso fine settimana. Il 10 febbraio concentramento a partire dalle ore 14.30 alla stazione ferroviaria, mentre nelle prossime ore verrà definito il percorso del corteo
martedì 6 Febbraio 2018 - Ore 16:58
Print Friendly, PDF & Email

Definisce terribile la situazione verificatasi sabato scorso a Macerata, la Cgil Marche. “Terribile ascoltare il messaggio del sindaco che invitava la popolazione a non allontanarsi da casa o dai luoghi protetti, come in una città sotto assedio. Terribile le immagini di un uomo che spara su cittadini inermi e ferisce 6 giovani, ragazzi e ragazze, che camminavano per strada, vittime innocenti, colpite solo per il colore della pelle.

Una violenza inaudita, causata da razzismo, xenofobia, odio, che ha sconvolto una comunità intera e che ci spaventa e ci indigna.

Violenza, razzismo e xenofobia vanno condannati con fermezza perché rappresentano la negazione dei nostri valori; quei valori della Costituzione alla base della nostra convivenza civile e democratica.

Quanto si è verificato è la conseguenza anche di chi alimenta la caccia allo straniero al grido ‘viva l’Italia’.

Ma condanna e indignazione da sole non bastano se non sono accompagnate dall’impegno quotidiano di ognuno di noi per fermare subito il clima di odio, rabbia, rancore, intolleranza, razzismo e xenofobia che stanno crescendo nel nostro Paese.

Un impegno che deve portarci a usare parole, toni e messaggi diversi, allontanando da noi paure e rancori. Parole per dire innanzitutto che le Marche, come il resto del Paese, sono una terra di solidarietà, inclusione, rispetto e non di violenza e razzismo.

Occorre raccogliere l’appello del Presidente della Repubblica di ritrovare tutti il senso di comunità, una comunità che, ripartendo dai propri veri valori, sappia dare una risposta forte e univoca.

Per questo è necessario che tutte le forze democratiche, istituzionali, politiche e sociali si ritrovino insieme in una grande manifestazione per lanciare il messaggio chiaro di rifiuto di ogni forma di razzismo e fascismo, incompatibili con i valori della Costituzione sui quali si fonda la nostra democrazia: valori di uguaglianza, libertà, democrazia, solidarietà, rispetto”.

Manifestazione che è stata convocata per sabato 10 febbraio a Macerata, con concentramento a partire dalle ore 14.30 alla stazione ferroviaria. Nelle prossime ore verrà definito il percorso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..


20 commenti

  1. 1
    Carlo Angelini il 6 Febbraio 2018 alle 16:07

    Una manifestazione per la piccola Pamela? nemmeno piccola piccola? no eh…………………………………..

  2. 2
    Elisa Paris Francia il 6 Febbraio 2018 alle 16:10

    Senza vergogna

  3. 3
    Daniele Santanafessa il 6 Febbraio 2018 alle 16:11

    Il popolo italiano e stanco di queste manifestazioni a sfondo politico vogliamo sicurezza…(come 30 anni fa)…chiaro

  4. 4
    Di Ruscio Emiliano il 6 Febbraio 2018 alle 16:21

    Vorrei tanto commentare questa ennesima farsa politica, ma non posso!!!

  5. 5
    Barbara Palmucci il 6 Febbraio 2018 alle 16:39

    Macerata come Fermo,veramente senza parole

  6. 6
    Penelope Light il 6 Febbraio 2018 alle 16:49

    Quella in solidarietà per i familiari di Pamela, quando?

  7. 7
    Lorindo Laici il 6 Febbraio 2018 alle 16:52

    …. e la manifestazione per pamela?

  8. 8
    Antonietta Marcatili il 6 Febbraio 2018 alle 17:11

    Ma possibile che anche i sindacati siano così ipocriti? Lasciate fare alla legge e manifestate per i diritti della povera gente (motivo per il quale siete stati fondati ) perché nessuno ha manifestato per quella povera ragazza ! Per voi gli italiani vanno puniti gli stanieri perdonati?che schifo!

  9. 9
    Franco Anibaldi il 6 Febbraio 2018 alle 17:49

    è te pareva…..si specula su tutto

  10. 10
    Marco Camilli il 6 Febbraio 2018 alle 17:49

    Patetici…..qui l’unico razzista è lo Stato nei confronti degli italiani….

  11. 11
    Francesco Frascerra il 6 Febbraio 2018 alle 17:50

    Eccoli qua i quaquaraqua

  12. 12
    Silvia Poletti il 6 Febbraio 2018 alle 18:01

    Sto da mezz’ora cercando di far capire a.due signori che per Pamela neanche una parola e mi dicono che sto cercando il pelo nell’uovo allibisco difronte a tanta cattiveria

  13. 13
    Benito Ramii Abedini il 6 Febbraio 2018 alle 18:23

    Più che calmare la situazione.. Lo si sta facendo sfuggire di mando … comunque non è questa l’italia che ho trovato io quanto sono arrivato qua .. boooooo forse perché un bambino non comprende ma .. l’italia era l’esempio del pianeta intera.. su tutti frontiiiiii

  14. 14
    Laura Apriletti il 6 Febbraio 2018 alle 19:16

    Diciamola tutta, è uno schifo , è morta una ragazza , anzi è stata fatta a pezzi ma le persone si rendono conto o no .È una vergogna

  15. 15
    Romina Fabi il 6 Febbraio 2018 alle 19:39

    Ho appena sentito al tg che la bestia (con rispetto x gli animali) potrebbe uscire presto dal carcere o comunque farebbe al max 3 anni. Qui si fa un gran parlare di Traini ma dimentichiamo o si sminuisce uno che ha fatto a pezzi ed eviscerato una ragazza di 18 anni. Pensate di fare anche una manifestazione affinche’ la giustizia x una volta funzioni e quindi la bestia resti in carcere? Oppure ci va bene ritrovarcelo intorno casa, in attesa che qualcun altro di noi faccia la stessa fine?

  16. 16
    Teseo Fortuna il 6 Febbraio 2018 alle 20:41

    Contro assassini importati no?

  17. 17
    Andrea Vecchi il 6 Febbraio 2018 alle 21:01

    La CGIL pensasse a fare gli interessi dei lavoratori invece di fare queste pagliacciate.

  18. 18
    Emanuele Dichiara il 6 Febbraio 2018 alle 21:11

    Chi ci va è complice. .

  19. 19
    Anonimo il 7 Febbraio 2018 alle 10:59

    Tanto tutelare ( si fa x dire ) i lavoratori non ce n’è più bisogno

  20. 20
    Anonimo il 7 Febbraio 2018 alle 11:52

    Quando la manifestazione per Pamela ?

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X