facebook twitter rss

I candidati marchigiani di +Europa si presentano: “Il 4 marzo ci aspetta un appuntamento con la storia”

ASCOLI PICENO - Secondo Tiziana Antonucci, ascolana e candidata al collegio Marche1 (sud): "Queste elezioni saranno decisive rispetto alla difesa dei diritti acquisiti fino a oggi anche grazie all’Unione Europea"
venerdì 9 Febbraio 2018 - Ore 15:10
Print Friendly, PDF & Email

 

Nello spazio eventi della libreria Rinascita,  la lista +Europa con Emma Bonino ha presentato questa mattina i propri candidati ai collegi proporzionali marchigiani per la Camera dei Deputati alle prossime elezioni politiche del 4 marzo.
Secondo Tiziana Antonucci, ascolana e candidata al collegio Marche1 (sud): “Queste elezioni saranno decisive rispetto alla difesa dei diritti acquisiti fino a oggi anche grazie all’Unione Europea”.

“Proprio quella europea –  ha continuato Governatori, 45enne di Mondavio capolista nel collegio Marche1 –  è la dimensione minima possibile per affrontare le sfide più importanti di questo tempo: immigrazione, difesa, competitività industriale rispetto ai mercati globalizzati. Anche con i suoi processi di infrazione l’UE vigila sulle politiche di difesa dai danni ambientali, e con le sue regole di sostenibilità della finanza pubblica è un baluardo contro l’irresponsabilità del deficit incontrollato, che porterebbe al fallimento e alla successiva impossibilità di finanziare gl’investimenti pubblici necessari. Siamo l’unica forza politica- ha detto Governatori – con una proposta sostenibile di finanza pubblica”.

La legalità è da sempre il faro di radicali, nota Enzo Gravina, 46 anni, candidato per +Europa nel collegio Marche1, segretario di Radicali Marche e residente a San Benedetto del Tronto. “La criminalizzazione spinta del consumo di droghe ha escluso dalla società una popolazione che oggi costituisce circa 1/3 della popolazione carceraria”.

“In questo momento storico, e nelle Marche più che altrove – visti i recenti fatti di cronaca – è importante continuare la battaglia cominciata lo scorso anno con la raccolta firme Ero straniero – L’umanità che fa bene”: queste le parole di Raffaella Stacciarini, comunicatrice 28enne di San Benedetto del Tronto, presidente di Radicali Marche e candidata nei collegi Marche1 e Marche2. “Soltanto con l’abolizione della legge Bossi-Fini e con l’adozione di politiche di integrazione e inclusione sociale possiamo gestire con pragmatismo e umanità la questione migranti in Italia. Il 4 marzo ci aspetta un appuntamento con la storia, saremo chiamati a scegliere tra la difesa dei principi democratici e la chiusura dei movimenti sovranisti: la soluzione è scegliere nella scheda +Europa con Emma Bonino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X