facebook twitter rss

Guanto di sfida del Pd ai Cinque Stelle: “Da loro stupidaggini sulla sanità, vengano agli incontri”

POLITICA - Il segretario provinciale Fabiano Alessandrini replica alle accuse del Movimento sulla situazione dei prelievi e sulla realizzazione del nuovo ospedale a Campiglione di Fermo
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

Le polemiche dei Cinque Stelle sulla sanità? “Stupidaggini da parte di chi non conosce le cose”. Non usa mezzi termini Fabiano Alessandrini, segretario provinciale del Partito Democratico, nel rispondere alle accuse del Movimento (LEGGI QUI). Due gli argomenti oggetto della discordia: la situazione dei punti prelievi e la realizzazione del nuovo ospedale di Fermo.

“Sui prelievi non si tratta di una privatizzazione, è un servizio che ha i caratteri della provvisorietà, come ha spiegato il direttore Livini, legata anche a rapporti pregressi con queste ditte. Perché la sanità marchigiana, e non solo, dialoga con il privato. Noi abbiamo incontrato gli operatori, rassicurandoli e chiarendo con la direzione sanitaria, che ha sospeso tutta la partita. Anche le dichiarazioni successive dei sindacati vanno in questo senso, con ogni passo della direzione che verrà concordato in sede sindacale. Si tratta da parte dei Cinque Stelle di una questione ingigantita per fare campagna elettorale. Resta il fatto che la sanità marchigiana è ai primi posti a livello nazionale”.

Anche sul nuovo ospedale (argomento sul quale il Pd ha già organizzato un incontro con l’assessore regionale Fabrizio Cesetti, in programma la sera di venerdì 23 al Centro sociale di Campiglione) Alessandrini replica in maniera decisa. “Sta andando avanti, i finanziamenti sono stati assegnati. C’è poi chi dice che è piccolo, che non si sanno le specializzazioni; insomma, tutti dicono tutto. Ma quando si appalta un’opera è tutto chiaro: parti se c’è la copertura finanziaria. La verità è che ci sono alcuni che parlano di opere che le Amministrazione di centrosinistra dove c’è il Pd fanno, persone che si accontentano di trovare i motivi per dire che non va bene, anche se sono costretti poi a riconoscere che c’è un’opera in atto”.

E a Cinque Stelle Alessandrini lancia un invito. “Venissero ai confronti pubblici, non li troviamo mai, che si presentassero e non parlassero solo tra loro. Li sfidiamo pubblicamente, su tutte le piazze e in tutti i luoghi, se non hanno paura delle loro inadeguatezza”.

 

Cinque Stelle pronti a governare, “No a sanità privata, la scuola non è un’azienda”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X