facebook twitter rss

Porto Sant’Elpidio alla riscossa,
nuovo blitz in casa del Tolentino

ECCELLENZA - I crèmisi non riescono a dare continuità ai recenti risultati ed incappano nel quinto ko interno su dieci partite giocate al Della Vittoria. Gli elpidiensi, nonostante l'inferiorità numerica, passano nel finale grazie a due gol provenienti dalla panchina: Marozzi e Cingolani
Print Friendly, PDF & Email

TOLENTINO – Ora Vincenzo Morreale non si può più nascondere. La sua è stata a tutti gli effetti una vera e propria cura. Da quando siede sulla panchina del Porto Sant’Elpidio ha totalizzato tre vittorie e un pareggio portando in riviera non solo il sorriso ma anche la bellezza di 10 punti in quattro gare, quasi la metà di quelli che Stefano Cuccù guadagnò in 17 giornate. Il neo tecnico  è riuscito anche nell’impresa di vincere lontano dal Ferranti, dove prima si era raccolta la miseria di due punti. Oggi, a portare il bottino ci hanno pensato Marozzi e Cingolani, subentrati dalla panchina, ma anche la solidità difensiva ha avuto la sua parte, perché dall’inizio della ripresa Ionni aveva lasciato i suoi in dieci. I biancoazzurri, dopo la gara con la Biagio Nazzaro, hanno invertito del tutto il trend e si sono portati in una sorta di purgatorio, ossia in bilico tra la zona playout e la salvezza. Ora infatti, sono tre le squadre a quota 23 punti, ma il Porto Sant’Elpidio è sfavorito dalla differenza reti. Tra sette giorni al Ferranti arriverà il Barbara, altra diretta concorrente alla salvezza con la quale la formazione elpidiense ha più di un conto in sospeso: vendicare il poker subito nella gara di andata e rifarsi della sconfitta nella finale per il titolo regionale dello scorso anno.

IL TABELLINO

TOLENTINO 0 (4-4-2): Rossi (20′ pt Giorgi); Tizi (45′ st Corpetti), Campanella, Mercurio, Ruggeri; Gobbi (29′ st Buresta), Belli, Severoni, Mongiello; Raponi (34′ st Cesca) Dell’Aquila. A disposizione: Colonnelli, Mariani, Castelli. All. Andrea Mosconi

PORTO SANT’ELPIDIO 2 (4-4-2): Melillo; Castracani, Mengo, Nicolosi, Stortini; Islami (23′ st Marozzi), Chiappini, Ionni, Cimadamore (13′ st Giacomozzi); Cuccù (36′ st Cingolani), Galli. A disposizione: Smerilli, Marconi, Carafa. All. Vincenzo Morreale

RETI: 39′ st Marozzi, 47′ st Cingolani

ARBITRO: Matteo Bottin di Ancona; assistenti Giovanni Paolella di Ancona, Davide Tamburini di Pesaro

NOTE: Spettatori 300 circa. Espulso Ionni al 9′ st per eccesso di foga. Ammoniti Chiappini, Gobbi, Iommi, Campanella. Corner 6 – 4, recupero 1’+5′

LA CRONACA

Nel giorno del ritorno in patria di Matteo Nicolosi, per cinque stagioni in maglia cremisi, e mister Morreale, che a Tolentino ha iniziato la sua carriera da allenatore, ad avere la meglio è proprio il Porto Sant’Elpidio. A risolvere la questione ci ha pensato prima Marozzi, che con un guizzo ha approfittato di un’indecisione della retroguardia locale, infilando Giorgi in uscita, poi Cingolani che a tu per tu con il numero uno locale è rimasto freddo e lucido. L’esigenza di salvarsi del Porto Sant’Elpidio ha soffocato l’ambizione del Tolentino di avvicinarsi alla zona playoff, ora distante tre punti.

Il primo tempo è molto vivace, le due squadre attaccano e creano non poche preoccupazioni alle difese avversarie. La partita si accende al quarto d’ora grazie ad uno spunto del Tolentino: Ruggeri dalla sinistra serve ottimamente Dell’Aquila che prende il tempo a Nicolosi e di testa colpisce il palo, poi Melillo si ritrova la palla fra le mani. Sul ribaltamento di fronte è pericoloso il Porto Sant’Elpidio: la difesa crèmisi sbaglia il disimpegno ma Cuccù da due passi non ne approfitta e calcia fuori. Poco dopo il numero uno locale Rossi si scontra con il capitano ospite, il quale non ritira la gamba e colpisce in pieno Rossi che lo aveva anticipato: il portiere ha la peggio ed è costretto al cambio, al suo posto entra l’under Giorgi. Al 23′ gli ospiti sfiorano il vantaggio: Cuccù difende bene la palla in area e serve l’accorrente Ionni, al quale soltanto la deviazione di un difensore crèmisi nega la gioia del gol. Poi azione insistita dei padroni di casa: Ruggeri mette dentro, Belli raccoglie e serve Dell’Aquila che insacca da due passi in sospetta posizione di fuorigioco, l’arbitro annulla tra le proteste locali. Cuccù è scatenato è al 35′ fa tremare la traversa con una potente botta dalla distanza, la palla colpisce la linea ed esce. Pochi giri di lancette prima dello scadere Mongiello spreca un’ottima occasione ad un passo dalla porta, spedendo clamorosamente alto un suggerimento di Dell’Aquila dalla sinistra.

Ad inizio ripresa (8′) i due compagni si invertono i ruoli ma il risultato è lo stesso: Mongiello supera agevolmente Castracani sulla fascia e serve il solissimo Dell’Aquila che di testa schiaccia troppo e la palla termina alta. Un minuto dopo, fase nervosa a centrocampo e Ionni rimedia il rosso diretto. Due colpi di testa dei crèmisi si spengono a lato: prima Mercurio (14′) e poi Severoni (20′). Il Porto Sant’Elpidio si riaffaccia in avanti quattro minuti più tardi con l’iniziativa di Galli che dal limite dell’area impegna Giorgi. Al 39′ un errore grossolano della difesa crèmisi regala il gol del vantaggio al Porto Sant’Elpidio: Tizi appoggia debolmente per Giorgi, il neoentrato e nuovo capitano Marozzi si avventa sulla palla ed infila il portiere in uscita. Nel recupero arriva anche il raddoppio degli ospiti con l’altro subentrato Cingolani che lanciato in velocità non ha problemi a superare il portiere locale.

Leonardo Nevischi

Ecco come varia la classifica: Porto Sant’Elpidio a galla


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X