facebook twitter rss

Alessandro Bolognesi: ”Stiamo
vivendo un preventivato calo fisico”

SERIE A2 - Il general manager della Poderosa commenta il momento delicato caratterizzato da tre sconfitte in altrettante partite (Verona, Treviso e Forlì), e nel mentre lancia la sfida alla Termoforgia Jesi, il prossimo ostacolo che si paleserà domenica pomeriggio al PalaSavelli per il derby delle Marche
Print Friendly, PDF & Email

Bolognesi insieme allo stato maggiore della Poderosa prima di una gara stagionale

MONTEGRANARO – Verona, Treviso al PalaSavelli e Forlì. Un tris amaro quello appena mandato agli archivi da parte della Poderosa, a caratterizzare una settimana carica di impegni con l’infrasettimanale che ha visto la De’ Longhi espugnare il parquet sangiorgese. Momento di appannamento fisico? Calo di concentrazione per l’obiettivo minimo salvezza ormai centrato? Per cercare di identificare una ponderata chiave di lettura non resta che rivolgersi ad Alessandro Bolognesi, direttore generale veregrense, nonché uomo mercato al fianco dei Bigioni, che nella stanza dei bottoni gialloblù riceve ed analizza i dati convergenti sul computer di bordo.

Bolognesi, cosa sta succedendo alla XL Extralight di quest’ultimo scorcio di campionato? 

“Nulla di particolare se non il fatto che stiamo avendo un calo fisico, che tra l’altro avevamo messo in preventivo già a monte. Generalmente tutte le squadre lo hanno avuto, o lo subiranno nel corso della stagione. Un periodo d’appannamento è in pratica quasi una costante per tutti nel corso di una stagione e ora sta accadendo a noi. Non direi assolutamente che ci sentiamo appagati per l’obiettivo salvezza già raggiunto, questo è del tutto da escludere”.

Bolognesi, protagonista anche dalla costruzione estiva dell’ottimo roster a disposizione di coach Ceccarelli

La gara contro l’Unieuro si è chiusa in passivo, ma a differenza degli standard spesso registrati in precedenza è iniziata con una Poderosa pimpante: trattasi della parte del bicchiere mezzo pieno dal quale ripartire?

“Siamo entrati subito bene in partita domenica, confermando quanto successo anche con Verona, nonostante Forlì abbia avuto notevoli percentuali al tiro rispetto alle nostre. Poi, nel terzo quarto, eccoci con Powell a pagare dazio con problemi di falli,  ed abbiamo iniziato a far fatica sia in attacco che in difesa, cogliendo qualche amnesia e lasciando qualche tiro di troppo aperto a Jackson. Da lì il break che ha deciso la partita…la reazione che c’è stata nel finale fa sicuramente ben sperare, perché abbiamo dato dimostrazione per l’ennesima volta di avere cuore“.

Nonostante la frenata in campionato la classifica ha retto l’urto, pertanto, immaginiamo anche a nome dei tifosi che il pensiero sui playoff in società non sia venuto meno…

“Alla luce degli sviluppi dell’ultima giornata di campionato si assiste adesso alla presenza di un nutrito gruppone di nove squadre concentrate in quattro punti: vincere una partita adesso vale quasi doppio, ed ora come ora e speriamo di farlo già domenica, nel derby contro Jesi, dove avremo bisogno di tutti i nostri tifosi!”.

Paolo Gaudenzi

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X