facebook twitter rss

La lirica di qualità, gratis, per tutti: al teatro comunale arriva ‘Pagliacci’

PORTO SAN GIORGIO - La valenza culturale e di promozione dell’opera lirica nel territorio, della rassegna voluta dell’Assessore alla cultura e turismo di Porto San Giorgio Elisabetta Baldassarri è sottolineata dalla gratuità degli spettacoli
Print Friendly, PDF & Email

 

Prosegue con grande successo la stagione dedicata alla lirica al teatro comunale di Porto San Giorgio. Un vero e proprio esempio di come non servano produzioni colossali per presentare eventi di altissima qualità. Appuntamento sabato 24 febbraio alle ore 17 ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti al teatro sangiorgese con  il capolavoro di Ruggero Leoncavallo ‘Pagliacci’ il cui libretto scritto da Leoncavallo stesso e’ tratto da una storia vera.
A dare vita alla celebre opera del periodo verista, che ha come temi fondamentali la gelosia,i l tradimento ed il femminicidio : artisti di grande bravura. Nel ruolo del protagonista Canio,il tenore Carlo Assogna ,sua moglie Nedda il soprano Patrizia Perozzi, il suo amante Silvio il baritono Franco Alessandrini, altri attori della compagnia di girovaghi i cosiddetti “Pagliacci” Enrico Nicola Zagni (tenore) nel ruolo di Arlecchino ed i figuranti,scenografi del Liceo Artistico Preziotti –Licini di Fermo che hanno realizzato un’innovativa scenografia rappresentante un teatro nel teatro.
Al pianoforte il direttore d’orchestra Massimiliano Caporale concerterà la difficilissima partitura. Narrazione ,costumi e regia sono a cura di Paolo Santarelli regista sempre attento a rappresentare visivamente l’autenticità e le forti emozioni dei personaggi che fa rivivere sul palco.

La valenza culturale e di promozione dell’opera lirica nel territorio, della rassegna voluta dell’Assessore alla cultura e turismo di Porto San Giorgio Elisabetta Baldassarri è sottolineata dalla gratuità degli spettacoli.” Forti emozioni vi lasceranno con il fiato sospeso…” ribadisce la direttrice artistica della stagione Clara Renzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X