fbpx
facebook twitter rss

Carifermo: approvati gli schemi
di bilancio 2017, concessi
finanziamenti per 210 milioni

FERMO - L’amministratore delegato Alessandra Vitali Rosati, esprime piena soddisfazione per i risultati "resi possibili dal lavoro di tutte le persone della Banca alle quali va la sua riconoscenza. La Cassa di Risparmio di Fermo manifesta tutta la propria gratitudine ai suoi clienti che le hanno accordato la loro fiducia"
Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio di Amministrazione della Cassa di Risparmio di Fermo spa il 6 febbraio scorso ha approvato gli schemi di bilancio relativi all’esercizio 2017. “La Carifermo – fanno sapere dall’istituto – ha confermato il proprio ruolo a sostegno delle famiglie e delle imprese in un contesto ancora difficile.
Sono stati concessi nuovi finanziamenti per 210 milioni di euro. L’anno si chiude con un incremento degli impieghi pari a + 3,78%, rispetto ad un – 8,5% del sistema bancario marchigiano.
Molto soddisfacenti anche i dati sulla raccolta diretta e indiretta: in particolare, continuano a crescere significativamente i volumi del risparmio gestito che ha raggiunto insieme all’assicurativo il 70% della raccolta indiretta. Di conseguenza anche le commissioni da servizi evidenziano un incremento del 5,7% complessivo così rafforzando un trend particolarmente positivo.

Alessandra Vitali Rosati

Questi risultati sono riconducibili anche al nuovo Modello di Servizio, implementato a marzo 2017, che ha consentito di migliorare la produttività e la qualità del servizio reso alla clientela.
I numeri 2017 godono anche di un accresciuto interesse nei confronti della Cassa di Risparmio di Fermo da parte del mercato; positiva l’attività di sviluppo che vede incrementare il numero dei rapporti, sia nei servizi rivolti alle imprese che in quelli rivolti ai privati.
L’utile normalizzato, che si attesta ad oltre 6 milioni di euro, consente di incrementare ulteriormente il patrimonio e mantenere il dividendo per gli azionisti sostanzialmente in linea con quello dell’anno precedente.
I coefficienti patrimoniali aumentano ulteriormente con il Cet1 che si attesta al 15,70% e conseguente incremento dei Fondi propri.
Il Consiglio di Amministrazione, nella stessa seduta, ha approvato un piano di Governance per la gestione dei crediti deteriorati, in applicazione delle linee guida in materia emanate da Banca d’Italia nel gennaio 2018.
L’amministratore delegato Alessandra Vitali Rosati, esprime piena soddisfazione per i risultati, resi possibili dal lavoro di tutte le persone della Banca alle quali va la sua riconoscenza. Infine la Cassa di Risparmio di Fermo manifesta tutta la propria gratitudine ai suoi clienti che le hanno accordato la loro fiducia”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X