facebook twitter rss

La Marshall Corbett tra i bambini:
“La Poderosa è pronta a
sbloccarsi contro Jesi”

SERIE A 2 - La guardia americana della XL Extralight, davanti ad un folto pubblico di giovanissimi tifosi, si dice pronta a trascinare i suoi compagni nel derby casalingo per interrompere la striscia negativa delle ultime tre partite
Print Friendly, PDF & Email

Corbett in mezzo ai bambini, a Trodica di Morrovalle

TRODICA DI MORROVALLE (MC) – La vetrina sul basket locale oggi è stata ospite del Bar Montemarani, nella provincia maceratese, gremito di piccoli aspiranti cestisti gialloblù, desiderosi di fare domande al protagonista della puntata odierna del Poderosa Caffè.

Disponibile e generoso, l’idolo americano della squadra veregrense, La Marshall Corbett, prima di rispondere alle curiosità dei più piccoli ha parlato del momento buio del team, reduce da tre sconfitte in 8 giorni, e ha illustrato l’imminente derby contro Jesi.

Ci può stare un periodo in cui è stanco sia il corpo che la mente, e si fa fatica a focalizzare e ad emergere”, traduce prontamente in italiano l’addetto stampa della XL Extralight Marco Pagliariccio, “e credo che con una maggiore forza mentale e concentrazione possiamo venir fuori da questo ciclo non fortunato”. Della Termoforgia Jesi, squadra in cui ha militato due anni fa, dice l’ex: “E’ una squadra molto fisica, il suo coach, Cagnazzo, chiede sempre ai suoi di mostrare la grinta e la aggressività”, ci sarà da combattere insomma, come sempre, stavolta ancora con maggiore convinzione delle proprie capacità. Ribadisce che ora più che mai si deve coltivare la fiducia all’interno della Poderosa, perché certe battaglie si vincono solo insieme. E visto che il suo trend è in netto incremento positivo (12 punti a Verona, 15 contro il Treviso e ben 25 a Forlì), ci si augura che il miglioramento personale si ripercuota anche sul resto del team, trascinandolo in un’attesa vittoria.

In particolare, nel derby di domenica ci sarà da tenere d’occhio due avversari: “Hasbrouk Kenny, ottimo nei tiri da tre e Green Marques, play classe 1982, che dobbiamo cercare di tenere a bada”.

La Marshall Corbett

A tifare la guardia del North Carolina al Palasavelli non mancheranno ovviamente i tanti ragazzi della Nuova Pallacanestro Morrovalle e del Ponte Morrovalle, che oggi pomeriggio lo hanno inondato di domande simpatiche e piene di entusiasmo:

Cosa ti piace di più dell’Italia?

“Sono tutti molto gentili ed ospitali con me, per non parlare della bontà del cibo. Dopo due anni in Polonia e in Francia, l’Italia è il posto più bello in cui io potessi andare!”.

Hai fatto altri sport da piccolo?

“Ho praticato il football ed il baseball, ma il basket è la mia passione, è veloce e mi emoziona sempre”.

A chi ti ispiri quando giochi?

“A mia madre, anche lei era una giocatrice, molto brava e diligente, e mi ha insegnato a rigare dritto nello sport e nella vita”.

Con quale compagno di squadra leghi di più?

“Mi trovo bene davvero con tutti, ma conosco Marshawn Powell da più tempo perché, oltre ad aver giocato insieme, ci sentivamo anche prima lontano dal campo”.

Che squadra preferisci della NBA?

“Fin da piccolo ho tifato per i Los Angeles Lakers”.

Che emozione provi quando vinci?

“Un’emozione enorme perché, oltre ad essere contento per me e per la mia squadra, mi piace vedere la gente sorridere e festeggiare”.

Silvia Remoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X