facebook twitter rss

“Il nostro sforzo per consegnare
la Rsa alla comunità”: per Rea il cerchio
si chiuderà col nuovo ospedale

AMANDOLA - Al commissario straordinario Paola De Micheli il direttore di Distretto ha illustrato lo sforzo fatto per attivare gli attuali 19 posti letto. Stamattina ad Ancona riunione per il progetto definitivo del nuovo nosocomio
Print Friendly, PDF & Email

redazione CF

Mattinata importante ad Amandola per l’arrivo del Commissario straordinario alla ricostruzione post sisma nel centro Italia, l’onorevole Paola De Micheli, e per la contestuale visita alla Residenza Sanitaria Assistenziale, attivata all’inizio dell’anno dopo il trasloco forzato a Montegranaro a causa dei danni provocati dal sisma del 24 agosto 2016 all’ospedale cittadino.

“Ho rappresentato al Commissario straordinario lo sforzo che è stato fatto per attivare i 19 posti letto della Rsa di Amandola – commenta Vincenzo Rea, direttore di Distretto dell’Area Vasta 4 -, una struttura confortevole e che riesce a garantire le doverose risposte agli anziani, e anziani non autosufficienti del comprensorio dei Sibillini. Come Area Vasta, comunque, ci auspichiamo l’attivazione del nuovo plesso ospedaliero con la Rsa che sarà quindi incardinata nei vari servizi sanitari per il territorio. Parlando proprio del nuovo ospedale di Amandola, questa mattina si è tenuta una riunione ad Ancona tra la Kos, i tecnici della Regione e quelli dell’Area Vasta 4 propedeutica alla delibera e a licenziare il progetto definitivo. La riunione è andata molto bene, sono state formulate delle risposte a dei quesiti tecnici”.

Nel mese di ottobre l’Amministrazione comunale dovrebbe procedere con l’esproprio dell’area.

All’incontro di Amandola, oltre al sindaco Adolfo Marinangeli, era presente anche il senatore Francesco Verducci.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X