facebook twitter rss

Dal Premio Postacchini alla Stagione Concertistica, Yukiko Uno torna ad esibirsi a Fermo

FERMO - La Gioventù Musicale riporta a Fermo la vincitrice del concorso Postacchini 2017. Il violino di Yukiko Uno apre i concerti di Primavera al Conservatorio Pergolesi
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Un gradito ritorno sia per gli organizzatori del Concorso Violinistico Andrea Postacchini, sia per la Gioventù Musicale d’Italia. La giovane violinista giapponese Yukiko Uno , vincitrice del Postacchini nel 2017 sarà protagonista di un concerto domenica 4 marzo alle 17 presso il Conservatorio Pergolesi. Nell’auditorium Isaia Billé, quindi, la Stagione Concertistica fermana, organizzata dalla Gioventù Musicale e dal Comune, prosegue proponendo i vincitori dei più prestigiosi premi internazionali. L’artista del paese del sol levante aprirà la serie dei Concerti di Primavera accompagnata al pianoforte dal tedesco Rafael Lipstein, con un affascinante programma. Spazierà da Mozart (Sonata K.304) e Bach (Partita n.2) a Brahms (Sonata op.78 n.1) e Paganini (Due Capricci), fino a Prokofiev (5 Melodie op.35) e Saint Saens (Rondò Capriccioso). Un concerto inserito anche nel programma di Tipicità in the city.

Yukiko Uno è nata nel 1995 a Gifu, in Giappone. Ha iniziato a studiare violino all’età di 4 anni. Ha vinto concorsi nazionali e internazionali tra cui il primo premio alla Czech Music Competition nel 2013 e, nello stesso anno, il primo premio e il premio conferito dal sindaco in nome della città al Gifu International Music Festival. Primo premio anche al Chengdu Guangya Violin International Competition in Cina e primo premio per la categoria C oltre al premio speciale del Comitato d’onore al Concorso Internazionale Andrea Postacchini del 2016. Nel 2017 è vincitrice dello stesso Concorso nella categoria più prestigiosa, dedicata ai concertisti professionisti di età inferiore a trentacinque anni. E’ stata anche semifinalista al Concorso Internazionale di Violino di Torun e al Concorso Johannes Brahms, nonché al Concorso Internazionale Henri Marteau. Yukiko ha collaborato con orchestre di prestigio internazionale.
Attualmente studia con Pierre Amoyal al Mozarteum di Salisburgo, mentre prima ha studiato per un anno all’Università delle Arti di Tokyo, dopo essersi diplomata alla scuola superiore di studi musicali presso la Facoltà di Musica dell’Università delle Arti di Tokyo.

Il giorno prima, sabato 3 marzo alle 17 i due musicisti si esibiranno presso l’oratorio della Carità a Fabriano (AN).

Altro importante appuntamento musicale sarà domenica 11 marzo alle 17 al Teatro dell’Aquila. La grande potenza espressiva del “Romancero Gitano” per chitarra solista e coro composta da Mario Castelnuovo Tedesco verterà su versi del noto poeta e drammaturgo andaluso Federico García Lorca, appartenente alla generazione del ’27: un gruppo di artisti che ha rappresentato la cosiddetta “edad de plata (età d’argento)”, della letteratura spagnola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X