facebook twitter rss

Fumata bianca per le quote rosa,
Filomena Varlotta nuova assessora:
a lei il bilancio, Loira saluta Marcattili

PORTO SAN GIORGIO - Il sindaco saluta e ringrazia l'ormai ex assessore Giampiero Marcattili. Ed il Pd, partito di maggioranza relativa? Avrebbe potuto sacrificare uno dei suoi assessori.  "Non mi ha chiesto di farlo e non l'ho chiesto io al partito, anche per il ruolo che il Pd ha avuto in questi mesi"
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Nicola Loira e l’assessore Giampiero Marcattili nella conferenza stampa di questa mattina

di Sandro Renzi 

Quote rosa, scendono i titoli di coda. Nicola Loira ha scritto la parola fine ad una vicenda che, in molti, hanno definito una telenovela. Passaggio di consegne tra l’ormai ex assessore Giampiero Marcattili, che perdendo il ruolo in giunta, perde anche la carica di consigliere comunale, e la nuova assessora, Filomena Varlotta. A spiegare le  motivazioni di questa scelta sono stati lo stesso Giampiero Marcattili e il sindaco Nicola Loira, questa mattina in conferenza stampa. A prendere la parola per primo è proprio l’assessore uscente. “Ho dato le mie dimissioni e voglio chiarire da subito i rapporti tra me il sindaco e la maggioranza. Nicola mi aveva voluto al suo fianco e mi sento un privato prestato alla politica, fare quindi un passo indietro non sarebbe stato un problema.”  Cosa che Marcattili ha fatto. “Credo che sia giusto che sia io a lasciare, perché stimo i miei colleghi di giunta che hanno un percorso formativo diverso dal mio, ma voglio anche sfatare il mito dell’assessore che i cittadini hanno. Sappiate che non è un privilegio assoluto, si mette a disposizione il proprio tempo e le competenze a servizio della città e costa sacrificio, tanto da pregiudicare gli equilibri famigliari”.

Filomena Varlotta

Loira ascolta. “La mia fiducia per il sindaco è quella del primo giorno, mi sento ancora parte di questa maggioranza e continuerò ad andare alle riunioni mettendomi ancora a disposizione per la città”. Marcattili traccia un bilancio di dieci mesi di attività. “Non ho incompiute e credo di aver dato il massimo. Spero anche che questa esperienza sulle quote rose e quanto da me deciso diano un un segnale, cercare una collaborazione con la minoranza, la città soffre di un clima di costante di campagna elettorale a cui dobbiamo mettere fine”. Quello stesso clima a cui fa riferimento il primo cittadino quando parla di comuni vicini alle prese con lo stesso problema delle quote rosa “legge scellerata”, la definisce . “In altri contesti, vedi Civitanova, è stata vissuta in maniera diversa, non è sulla quote rosa che si giudica il futuro della città” ha detto Nicola Loira. “Ringrazio Giampiero per la tenacia, l’abnegazione e lo spirito di servizio che hanno animato il suo lavoro in questo mesi e per l’attestazione di stima che ha manifestato nei miei confronti sin dall’inizio. Voglio sottolineare anche la dignità e lo stile con cui Marcattili ha fatto questo passo che tutti gli uomini della mia giunta, torno a rimarcarlo, avrebbero comunque fatto“. Il sindaco è consapevole che Marcattili non debba però lasciare il lavoro fatto. “Credo che possa essere ancora utile e vedremo come proseguire il rapporto con Giampero“. Ora il primo cittadino intende investire anche su altre deleghe, a partire dal bilancio che andrà alla nuova assessore, passando per i tributi e le politiche comunitarie. “La sfida per il futuro sarà quella di intercettare fondi europei” spiega Loira. Attesa nelle prossime ore una nota del comune con l’ufficialità delle nuove deleghe.

Giampiero Marcattili

“E’ un passaggio cruciale avvenuto senza spargimenti di sangue” prosegue ancora il sindaco che non lesina critiche al tema delle quote rosa. “Il tema della parità di genere non è mai interessata a nessuno qui in città, salvo alle consigliere di pari opportunità. E’ stata una battaglia politica combattuta per indebolire questa amministrazione. La prova ne è stata il bando: su 19 candidate solo un paio erano a proporsi con le proprie capacità , le altre facevano una battaglia politica, questa è stata la cartina di tornasole”. Un sindaco “mortificato” dal punto di vista personale per aver dovuto rinunciare ad uno dei suoi assessori di fiducia, rafforzato politicamente e motivato “consapevole che ripartiamo da un lavoro preziosi già fatto da Giampiero che ho voluto non per organizzarmi la festicciola ma per intrecciare nuovi rapporti con le categorie produttive di Porto San Giorgio”. Ed il Pd, partito di maggioranza relativa? Avrebbe potuto sacrificare uno dei suoi assessori.  “Non mi ha chiesto di farlo e non l’ho chiesto io al partito, anche per il ruolo che il Pd ha avuto in questi mesi. Esprime tre assessori molto capaci., anche se sarebbe stato più semplice come avvenne cinque anni fa”.

Al posto di Giampiero Marcattili, dunque, arriva Filomena Varlotta

CHI E’ LA NUOVA ASSESSORA
Filomena Varlotta, sangiorgese, è laureata in Economia e commercio all’Università degli Studi di Ancona e si è specializzata nel 2011 in Diritto del lavoro e della previdenza sociale all’Università di Macerata.
Svolge il lavoro di commercialista e revisore contabile. Si occupa anche di consulenza amministrativa e fiscale soprattutto nel comparto agricolo e turistico. E’ specializzata nell’elaborare progetti per finanziamenti europei.
Svolge attività di insegnamento nelle scuole superiori in qualità di docente di economia aziendale e ha esperienze come funzionario nella sfera amministrativa.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X