facebook twitter rss

Rapina a mano armata
a ‘La Fonte della Fortuna’,
banditi in fuga col bottino
(LE FOTO)

FERMO - Sul posto sono arrivati a sirene spiegate i poliziotti del commissariato di Fermo. I rapinatori hanno fatto irruzione nella ricevitoria con i volti travisati da sciarpe. In mano a uno dei due una pistola. Non si esclude che ad attenderli all'esterno ci fosse anche un 'palo' con un'auto usata per la fuga
sabato 3 marzo 2018 - Ore 19:29
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli (foto Simone Corazza)

Il crimine torna a colpire nel Fermano. Questa volta vittime i titolari della ricevitoria “La Fonte della Fortuna”, a due passi dalla rotonda di Santa Caterina, a Fermo. Oggi pomeriggio, intorno alle 18,45, due uomini, con il volto travisato da sciarpe o scalda-collo alzati fino a coprire quasi del tutto la loro identità, hanno fatto irruzione nella ricevitoria. E uno dei due con una pistola in pugno. Un colpo fulmineo, durato solo una manciata di secondi. I banditi, infatti, dopo essere entrati hanno gridato ai presenti nella ricevitoria, titolare e alcuni clienti, il più classico dei “alzate le mani”. Sono passati dietro al bancone e hanno arraffato soldi e gratta e vinci, un bottino di circa mille euro, per poi darsi alla fuga. Dopo l’iniziale shock, dalla ricevitoria, con i banditi in fuga, i titolari hanno lanciato l’allarme. E infatti, in un istante sul posto sono arrivati gli agenti della polizia del commissariato di Fermo che hanno immediatamente avviato le indagini per acciuffare i banditi. Ricerche a tutto campo, quelle messe subito in atto dalla polizia, e raccolta minuziosa di dettagli utili alle indagini, a partire dalle immagini della videosorveglianza. Ancora non si sa bene se quella pistola in mano a uno dei due rapinatori fosse vera o giocattolo con il classico tappo rosso rimosso. E non si esclude nemmeno che, all’esterno, ad attendere i due criminali, ci fosse una terza persona in auto, motore acceso. Il cosiddetto “palo” addetto alla fuga. In quelle tre parole pronunciate dai criminali qualcuno sembra aver colto un accento meridionale. Banditi italiani, dunque, del sud Italia? Prematuro dirlo, con i pochi elementi trapelati. Saranno gli agenti del commissariato a fare luce e chiarezza sull’inquietante episodio criminoso, un fatto che di certo acutizza l’allerta criminalità nel Fermano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X