facebook twitter rss

Cade Petrini, il Pd viene doppiato
dal M5S e superato dalla Lega:
fibrillazioni per le ‘comunali’

PORTO SANT'ELPIDIO - ELEZIONI Petrini non sfonda nella sua città, le percentuali sono in linea col resto del collegio. Un campanello d'allarme che suona anche per Franchellucci, ma il passato insegna come le differenze tra elezioni politiche ed amministrative siano state spesso abissali
Print Friendly, PDF & Email

Paolo Petrini

Un occhio al responso delle urne di stanotte, l’altro che guarda verso le elezioni amministrative, distanti appena tre mesi. A Porto Sant’Elpidio il risultato delle politiche non può che avere riflessi sulla campagna elettorale locale, pronta ad entrare nel vivo. D’altra parte in tutti gli schieramenti si sono rinviate riflessioni su candidature e alleanze al dopo 4 marzo, e ora che la fatidica data è passata, arriva il momento della verità.
Non si può che partire dalla caduta di Paolo Petrini, protagonista indiscusso della politica cittadina negli ultimi vent’anni. Due volte sindaco, due volte eletto in Consiglio regionale a colpi di record di preferenze, eletto alla Camera 5 anni fa dopo aver vinto le primarie “fratricide” con Mario Andrenacci, il deputato uscente è fuori. Era nell’aria che pagasse il crollo, ampiamente annunciato, del Pd. Ma era lecito attendersi, nella sua città, un risultato ben diverso. Invece il centrosinistra a Porto Sant’Elpidio è in linea con i numeri dell’intero collegio, Petrini ottiene 3.004 voti, pari al 21%, staccato di oltre 2.000 consensi da Mirella Emiliozzi del M5S e Giuseppe Cognigni del centrodestra. Il Pd si ferma ad un modesto 18%, terzo partito della città, doppiato dai 5 stelle e superato di circa un punto dalla Lega in entrambe le Camere. Fratelli d’Italia cresce rispetto alla media provinciale e regionale, è al 5% al Senato e sfiora il 7% alla Camera, dove figurava nel listino proporzionale Andrea Putzu. Forza Italia è all’11%.
Solo spiccioli per le altre forze politiche in corsa. Ci si poteva attendere di più da CasaPound, viste le iniziative ed i presidi promossi in città, invece la tartaruga crociata è poco sopra l’1%. Modestissimo il risultato di Liberi e uguali, che non arriva neanche al 2%.

Ma quanto inciderà il responso delle politiche sul voto locale? La storia insegna che tradurre il voto nazionale su quello amministrativo è spesso un errore clamoroso. A livello locale contano spesso altri ragionamenti, incidono molto di più i candidati in lista rispetto ai simboli, il civismo gioca un ruolo decisivo. Anche nel 2013 i 5 stelle volarono alle politiche di febbraio, con un 31,7% dei consensi che diventò il 14% alle comunali tre mesi dopo, malgrado una campagna elettorale molto attiva da parte dei pentastellati locali.
Nel 2008 si votava addirittura lo stesso giorno per politiche e amministrative: il Pdl fece il pieno a livello nazionale, volando oltre il 42%, contando gli altri partiti di area centrodestra sfiorava la maggioranza assoluta. Eppure il centrosinistra di Mario Andrenacci per le comunali chiuse la partita al primo turno.
Con tutte le premesse del caso, il risultato di ieri fa suonare più di un campanello d’allarme al sindaco Nazareno Franchellucci ed al Pd. Un punto di riferimento come Petrini non rientra in Parlamento ed il gradimento verso il partito è ai minimi storici. La riconferma della fascia tricolore è tutta da guadagnare.
Per il Movimento 5 stelle la sfida, per nulla semplice, sarà mantenere sul territorio la straordinaria fiducia ricevuta dai cittadini elpidiensi per le Politiche. E che farà Alessandro Felicioni? Si manterrà civico puro o cederà alle lusinghe del centrodestra che lo corteggia da mesi e verosimilmente cercherà di far pesare quel 35% di suffragi? Per finire, il centrodestra: sulle candidature a livello locale hanno sempre detto di attendere il 4 marzo ed assicurato che la compattezza dei tre partiti non sarà scalfita. Ma come cambiano gli equilibri con la Lega largamente prima forza della coalizione?

P.Pier.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X