fbpx
facebook twitter rss

Giuliano Pazzaglini,
senatore del terremoto

RISULTATI DEFINITIVI - Eletto nel collegio plurinominale, sarà l'unico maceratese a rappresentare la provincia a palazzo Madama. «Per prima cosa cercherò di rispondere alla richiesta d'aiuto di un territorio martoriato dal sisma e dalle inefficienze burocratiche»
Print Friendly, PDF & Email

Giuliano Pazzaglini

 

Sarà l’unico senatore maceratese Giuliano Pazzaglini, sindaco di Visso, che da subito dopo il terremoto che ha colpito il Maceratese a partire dall’estate di 2 anni fa, si è fatto portavoce delle esigenze di un territorio ferito e colpito al cuore. Pazzaglini, candidato della Lega Nord non è riuscito a spuntarla nel collegio uninominale che lo ha visto fino all’ultimo protagonista di un testa a testa con Mauro Coltorti del M5s che alla fine ha avuto la meglio. Ad assicurargli l’ingresso in Senato il collegio plurinominale e  l’exploit del Carroccio in provincia di Macerata. Oltre a percentuali altissime nei comuni più colpiti dal sisma come la “sua” Visso dove ha raggiunto il 63% di preferenze e Bolognola dove ha toccato il 76%.
Pazzaglini non può che essere molto soddisfatto del risultato ottenuto. «Durante la campagna elettorale ho parlato sempre e solo di programmi e vedere il riscontro mi fa sperare che, nonostante i mezzi siano diversi, si possa tornare alla buona politica con l’attenzione verso gli amministrati. Per quanto riguarda l’uninominale, c’è un po’ di rammarico per aver chiuso così vicino a Coltorti. Ho qualche rimpianto perchè sarebbe stato un risultato incredibile. Ma quello che conta sarà che i nostri territori martoriati da terremoto e inefficienze burocratiche possano avere le risposte. Si tratta di problemi oggettivi su cui spero si possa far convergere una linea di consenso a prescindere dalle singole idee e dai singoli impegni elettorali. Credo che almeno qui le possibilità di cambiare qualcosa ci siano e da subito cercherò di esplorarle per rispondere alla richiesta d’aiuto lanciata da questi territori».

(Redazione Cm)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X