fbpx
facebook twitter rss

‘Non solo emergenze’, tornano le lezioni
di primo soccorso della Misericordia

MONTEGIORGIO - Quello che partirà il il prossimo 19 marzo alle 21 nella sede della Misericordia, in via delle Rose 5, all'ex convento dei Cappuccini, sarà il 48esimo corso di primo soccorso, gratuito e aperto a tutti
Print Friendly, PDF & Email

Emergenze e soccorsi, h24, e anche in condizioni meteo di certo non favorevoli come la raffica di interventi effettuati negli ultimi giorni con la neve e il maltempo che, con Burian, hanno investito il Fermano (leggi l’articolo). Ma non solo.

La Misericordia di Montegiorgio, infatti, con quello che partirà il prossimo 19 marzo, arriva al suo 48esimo corso di primo soccorso. “Perché stare a guardare? Imparare per saper fare” il motto con cui la Misericordia invita tutti a prendere parte alle lezioni che forniranno insegnamenti fondamentali in caso di emergenze, domestiche e non, quegli insegnamenti che possono salvare vite umane. Il corso, si diceva, partirà il prossimo 19 marzo alle 21 nella sede della Misericordia, in via delle Rose 5, all’ex convento dei Cappuccini (info allo 0734-961931/333.1921127/347.1212762). Il corso è gratuito e aperto a tutti. “Si vuole imparare il primo soccorso? Si vuole dedicare un pò del proprio tempo per aiutare il prossimo e vivere un’esperienza di grande valore umano” il messaggio lanciato dai militi. E magari, da lì, ad unirsi a una grande famiglia che, nonostante gli impegni e le innumerevoli situazioni critiche affrontate quotidianamente, vive ogni istante col sorriso. Una realtà, si diceva, che si divide tra emergenze, servizi ordinari e corsi di formazione in un territorio che copre ben 11 Comuni. Ma nella giornata della Misericordia ci sono anche l’assistenza sanitaria ai grandi eventi, come i concerti a Servigliano, da ultimo quello di J-Ax e Fedez (leggi l’articolo), e a manifestazioni di ogni genere. Con un occhio rivolto anche e soprattutto ai ragazzi con i progetti scuola e le aggregazioni giovanili. E, a mantenere saldo lo spirito della confraternita, conviviali e momenti da trascorrere tutti insieme per vivere ogni momento come una grande famiglia (circa 900 volontari di cui 400 attivi), come una confraternita, appunto, con la c maiuscola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X