facebook twitter rss

Il seggio sfuma ma la Ciriaci rilancia:
“Il nostro è un progetto umano e politico”

POLITICA - La candidata di Forza Italia ringrazia i 94.044 votanti che hanno espresso fiducia nella sua persona, facendosi portavoce delle istanze del territorio nei confronti del partito
Print Friendly, PDF & Email

 

Graziella Ciriaci, imprenditrice di Ortezzano, candidata dal partito di Forza Italia, all’uninominale per il Senato, al collegio Marche sud (Fermo, Ascoli Piceno e basso Maceratese) per le elezioni politiche del 4 marzo in cui ha ottenuto un bacino di 94.044 voti (34,16%) non sufficiente all’assegnazione del seggio al Senato, rassicura i suoi elettori e quelli della coalizione di centro destra, sulla garanzia della sua presenza politica e sul consolidamento di una corrente di pensiero radicata nel progetto politico costruito sull’ampio territorio di competenza elettorale.

“Il risultato elettorale che abbiamo raggiunto – commenta la Ciriaci – mostra il valore del sentimento politico costruito nel vero faccia a faccia con i cittadini di ogni città e paese che ho incontrato personalmente in campagna elettorale, rafforzato nel post elezioni. Nonostante la mancata assegnazione del seggio – dice rivolta ai 94.044 votanti che hanno espresso fiducia nella sua persona – mi avete fatto sentire la validità delle proposte e delle idee che abbiamo condiviso fino a contribuire insieme, ad avvalorare il programma politico di Forza Italia e della coalizione di centro destra, che troverà consolidamento sempre maggiore sul territorio. Un consolidamento basato sulla certezza – oggi più di prima – che abbiamo tutti bisogno di un progetto che sia prima umano poi politico, basato sul confronto ed il dialogo. Ho affrontato la campagna elettorale ritenendo che questo non sia il tempo delle alzate di voce e del “qualunquismo” per avere rivalsa sui propri diritti e sulla propria dignità di cittadini, da riacquistare in prims attraverso la riconquista della dignità personale, radicata nel raggiungimento di obiettivi e redditi basati su sacrifici e meritocrazia. La vostra massiccia e costante presenza manifestatami nei giorni del post elezioni attraverso il telefono ed il web dimostra che abbiamo fatto “nostro” un pensiero politico e sociale, di cui – come promesso – mi faccio carico di fronte ai vertici nazionali di Partito in nome della reciproca fiducia e dell’aiuto che continuo a chiedere indistintamente, per costruire tempi e trame sociali a vantaggio di tutti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X