facebook twitter rss

Dramma di Montegiorgio,
il sindaco Benedetti: “Violenza immotivata, siamo preoccupati”

MONTEGIORGIO - Le parole del sindaco: "Siamo vicini alla famiglia. Sono sicuro che i militari dell'Arma si stiano dando da fare per scoprire gli autori di questo gesto inumano e prenderli per consegnarli alla giustizia"
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti e Giorgio Fedeli 

Il sindaco di Montegiorgio Armando Benedetti

Un risveglio non facile, quello di oggi, per la comunità di Montegiorgio. La notizia della terribile morte della signora Maria Biancucci, trovata legata al letto di casa dopo quella che sembra essere stata una rapina finita in tragedia (leggi l’articolo) ha lasciato tutti senza parole.

Anche il sindaco Armando Benedetti esprime la massima solidarietà alla famiglia della signora e confida nel lavoro dei carabinieri: “Questa mattina ho appreso la terribile notizia. Ovviamente condanno tutto quello che è successo e questa forma di violenza inaudita. In precedenza c’erano stati piccoli furti nelle abitazioni, ma non si era arrivati mai alla violenza diretta sulle persone vivono in casa, ancora di più se si tratta di categorie più deboli come gli anziani”

L’amarezza che emerge dalle parole del sindaco è la stessa di tutti i suoi concittadini: “Il modo con cui è stata trattata questa signora che viveva da sola, aveva difficoltà motorie ed era inoffensiva dimostra la malvagità di queste persone. Siamo vicini alla famiglia e diamo la massima disponibilità per ogni tipo di aiuto. La reazione dei miei concittadini, questa mattina, è stata di grande stupore e preoccupazione, perché purtroppo questi malviventi sono ancora liberi di fare quello che vogliono. Sono sicuro che  i militari dell’Arma si stiano dando da fare per scoprire gli autori di questo gesto inumano e prenderli per consegnarli alla giustizia”.

Primo cittadino che conclude: “La comunità  è molto scossa da questo avvenimento e cominciamo ad avere preoccupazioni gravi. Una violenza immotivata nei confronti di una vecchietta di ottant’anni, che si muoveva con difficoltà e che non poteva dare alcun fastidio se non mettersi a urlare credo sia la testimonianza della cattiveria di questi soggetti senza scrupoli”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti