facebook twitter rss

I papà tornano sui banchi di scuola
Grande festa per loro
alla materna dell’Istituto Canossiane

PORTO SAN GIORGIO - Due ore di sana allegria, trascorse nei locali della materna giocando insieme e per i papà l'occasione di "abbandonare" per un po' i panni del genitore e mettersi sullo stesso piano dei bambini, interagire con loro nello stesso ambiente famigliare che li ospita tutti i giorni nell'arco dell'anno scolastico
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF (foto Simone Corazza)

Hanno riso, contato, giocato e alla fine fatto pure merenda. No, non parliamo questa volta di bambini ma di papà (o babbi per  chi ama la tradizione) ospiti e protagonisti ieri pomeriggio della festa a loro dedicata dalla scuola materna dell’Istituto Canossiane. Un 19 marzo che resterà scolpito in maniera indelebile tanto nella loro quanto nella memoria dei bambini che per l’occasione hanno dedicato ai papà canzoni e poesie. E come ad ogni festa non poteva mancare un regalo realizzato dai piccoli alunni della materna con il prezioso contributo delle maestre. Un libro, un gioco ed una foto per dimostrare l’amore infinito che lega il genitore al proprio figlio. Due ore di sana allegria, trascorse nei locali della materna giocando insieme e per i papà l’occasione di  “abbandonare” per un pò i panni del genitore e mettersi sullo stesso piano dei bambini, interagire con loro nello stesso ambiente famigliare che li ospita tutti i giorni nell’arco dell’anno scolastico. Una festa nella festa allora. Sul palco i bimbi, sulle piccole sedie e panche i loro papà ad ascoltarli. Una foto insieme poi spazio al divertimento tra coni, cerchi e tunnel da attraversare strisciando come serpenti e qui, a dire il vero, quasi tutti i babbi si sono arresi, salvo qualcuno più coraggioso che si è messo in discussione. Poi tutti a fare merenda tra mille prelibatezze. La festa è riuscita, quasi un sold out si potrebbe dire. Un plauso alle maestre ed alle madri canossiane ed un arrivederci al prossimo anno in attesa di festeggiare a maggio anche le mamme.

 

 

 

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti