facebook twitter rss

Una Domenica delle Palme
sulle note di Antonio Vivaldi

PORTO SAN GIORGIO - L’orchestra che si esibirà nella Chiesa Anime Sante sarà composta da giovanissimi allievi del Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo e da musicisti del territorio
Print Friendly, PDF & Email

Domenica 25 marzo, alle ore 18 nella chiesa Anime Sante di Porto San Giorgio, si terrà un concerto monografico con l’esecuzione di brani per soli, coro e orchestra del compositore veneziano Antonio Vivaldi.

Il prete rosso, così battezzato per via del colore dei suoi “capegli” da Carlo Goldoni nella prefazione di una delle sue commedie, fu prolifico compositore del settecento italiano con centinaia di brani per varie combinazioni strumentali e corali. il programma del Concerto prevede l’esecuzione dello “Stabat Mater” interpretato dal controtenore Stefano Guadagnini, cantore della Cappella Musicale Pontificia Sistina, del mottetto “Nulla in mundo pax sincera”, eseguito dal soprano Emanuela Torresi e del “Gloria” in Re Maggiore in cui sarà protagonista il Coro Polifonico NovArmonia di Porto San Giorgio.

L’orchestra sarà composta da giovanissimi allievi del Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo e da affermati musicisti del territorio fermano.

Il concerto per la Domenica delle Palme è il primo appuntamento di una serie di concerti che il Coro Polifonico Novarmonia di Porto San Giorgio organizzerà nella splendida cornice della Chiesa delle Anime Sante.

Il coro, diretto sin dagli esordi dal Maestro Alessandro Buffone, nasce nel febbraio 2013 ed è composto da cantori non professionisti, accomunati da una ricca esperienza canora maturata in realtà corali del fermano. Oltre a svolgere attività concertistica, il coro è spesso invitato a partecipare ad animazioni liturgiche presso importanti basiliche e cattedrali italiane.

Emanuela Torresi, dopo la laurea in Logopedia ha conseguito il Diploma in Canto Lirico con il massimo dei voti e il diploma di secondo livello in Musica Vocale da Camera con menzione d’onore presso il conservatorio G. B. Pergolesi di Fermo. Nelle sue attività più recenti spiccano, oltre a numerosi premi nei vari concorsi nazionali ed internazionali, la collaborazione con il coro Lirico Marchigiano V. Bellini del Macerata Opera Festival nel 2016 e nel 2017 ha debuttato Elena ne I Vespri Siciliani al Gut Immling Festspiele in Germania.

Stefano Guadagnini, controtenore, nasce a Roma dove inizia la sua formazione musicale studiando e cantando nella corale “Goffredo Petrassi” iniziando il suo percorso didattico con il M° Anna Vandi, con il registro vocale di tenore. Sotto la guida del M° Antonella Cesari, il suo registro vocale cambia in quello di controtenore. Parallelamente all’attività operistica si perfeziona in Italia e all’estero seguendo masterclass e atelier musicali. Nelle sue attività recenti debutta i ruoli di “Sorceress” nel Dido and Aeneas di H. Purcell in occasione dei Cantieri Internazionali di Montepulciano; il ruolo di “Mardocheo” nella Ester di A. Stradella, eseguito in collaborazione con la Pietà dei Turchini di Napoli e Grandezze e meraviglie di Modena. Nel marzo 2017 debutta il ruolo di Tancredi nell’omonima opera di G. Rossini nel teatro comunale di Porto S. Giorgio. Dal 2017 è cantore stabile della Cappella Pontificia Sistina in Vaticano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti