facebook twitter rss

A scuola di lavanderia, parte da Fermo il primo progetto regionale per i richiedenti asilo:
“Imparare un mestiere per una nuova vita”

MARINA PALMENSE - La titolare della lavanderia Caterina Del Gatto: "Siamo talmente soddisfatti che due di loro verranno presi qui in lavanderia per fare il tirocinio"
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

Caterina Del Gatto con il sindaco Paolo Calcinaro durante l’inaugurazione della lavanderia di Marina Palmense

Fermo in prima linea nelle Marche per l’accoglienza e la formazione. Parte proprio dal comune capoluogo di provincia,  dalla lungimiranza del sistema di ospitalità e di quella di un’imprenditrice locale il primo corso per operatori di lavanderia. Tutto è iniziato con i contatti presi con Stefano Castagna, referente della Caritas diocesana. Obiettivo: insegnare un mestiere che possa rappresentare una speranza per un futuro d’integrazione lavorativa e sociale. Da qui la collaborazione con la titolare della Lavanderia Cate di Marina Palmense, Caterina Del Gatto, una realtà imprenditoriale quanto mai stimata, apprezzata e conosciuta. Caterina ha subito dato la piena disponibilità a questo progetto. Dopo un confronto con Suor Rita e con don Vinicio Albanesi è arrivata l’idea:creare una sorta di scuola formare tecnici di lavanderia, con lezioni che prevedano momenti di teoria e di pratica.

Gioco di squadra che ha permesso di partire in tempi brevissimi. Così si sono svolte le 22 ore di corso teorico. Caterina ha insegnato loro quelli che sono i termini tecnici del settore. “Si tratta di ragazzi che non  parlano neanche l’italiano ma che, grazie a questo grande interesse che hanno dimostrato – ci spiega la titolare – hanno imparato le parole con l’aiuto dell’inglese ed oggi le conoscono in italiano alla perfezione. Abbiamo spiegato loro come si usa una lavatrice, come si stira e le principali nozioni di chimica fondamentali per questo mestiere come ad esempio per il corretto utilizzo dei detersivi e degli altri prodotti del settore”.

Caterina Del Gatto che commenta entusiasta: “Sono stati bravissimi, hanno recepito ogni singolo dettaglio, prendevano appunti, chiedevano spiegazioni, andavano su internet a cercare gli argomenti trattati per approfondirli e capire meglio”. Si è poi passati alla fase pratica. Il gruppo ragazzi hanno potuto imparare all’interno della lavanderia di Via dei Palmensi, come si stirano le lenzuola con i mangani hanno usato le lavatrici, le asciugatrici. “Sono stati suddivisi in gruppi da due in modo che mentre uno lavorava l’altro guardava e imparava e viceversa – aggiunge Caterina Del Gatto – sono stati precisissimi e hanno risposto in maniera davvero positiva. Tre settimane di lavoro davvero belle”.

Da qui l’annuncio della titolare: “Siamo talmente soddisfatti che due di loro verranno presi qui in lavanderia per fare il tirocinio” . Una grande occasione lavorativa per questi ragazzi ai quali è stata insegnata una conoscenza approfondita che permetterà loro di trovare lavoro in alberghi e lavanderie. E’ stato il primo corso simile promosso nelle Marche. Un progetto riprese dalle iniziative promosse dalla Regione Lazio. Ai ragazzi è stato rilasciato un attestato con un curriculum delle loro competenze, valido nei futuri colloqui di lavoro che potranno fare in tutta Europa.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X