facebook twitter rss

Vox Poetica Ensemble protagonista a Santa Maria del Fiore: “Onorati di rappresentare la nostra terra in un evento musicale di così alto livello”

FIRENZE - Il Vox Poetica Ensemble di Fermo è stato scelto tra i protagonisti, nella meravigliosa Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze, della XXI Edizione di O Flos Colend importantissimo appuntamento musicale di rilievo internazionale.
Print Friendly, PDF & Email

 

 

“Un onore rappresentare la nostra terra Fermana in un contesto musicale di così alto livello con professionisti della musica barocca. Federico Maria Sardelli è uno dei massimi studiosi ed esecutori al mondo di Vivaldi. Abbiamo fatto due concerti a Venezia a novembre scorso su musiche di Vivaldi, in saloni meravigliosi. Questa nuova occasione ci onora”. E’ il commento a caldo di Claudio Laconi, presidente del Vox Poetica Ensemble di Fermo scelto tra i protagonisti, questa sera, nella meravigliosa Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze, della XXI Edizione di O Flos Colend importantissimo appuntamento musicale di rilievo internazionale.

La formazione fermana, quanto mai apprezzata, sarà al fianco dell’Orchestra Barocca Modo Antiquo diretti da Federico Maria Sardelli, uno dei massimi studiosi ed esecutori al mondo delle musiche di Antonio Vivaldi, con due soliste di altissimo livello quali Jennifer Schittino, soprano e Aurora Faggioli, contralto.

Ancora una grandissima soddisfazione per  Vox Poetica Ensemble che ancora una volta si conferma prezioso ambasciatore della cultura musicale del territorio Fermano nel mondo.

Il primo concerto all’interno della Cattedrale di Santa Maria del Fiore è idealmente la chiusura del ciclo sui salmi, già di scena in Battistero, sempre a Firenze,  che preludono alla Passione. In questo appuntamento saranno protagonisti i più grandi autori barocchi e le loro opere: Johann Sebastian Bach, Antonio Vivaldi, Giovanni Battista Pergolesi e Giovanni Maria Casini.

Proprio la cantata Tilge Höchster, meine Sünden, del grande compositore tedesco, aprirà la serata: una libera traduzione in tedesco del salmo 51, il notissimo Miserere; la musica, invece, altro non è che una rielaborazione del celeberrimo Stabat Mater di Giovanni Battista Pegolesi, capolavoro composto nel 1736. A seguire sarà la volta di Sonata a Tre in Sol maggiore per violino, violoncello e basso continuo, recentemente attribuita ad Antonio Vivaldi da parte di Federico Maria Sardelli e che rappresenterebbe così la sua composizione più antica (1700-1702).

Seguiranno due stupefacenti brani di uno dei più rinomati organisti di S. Maria del Fiore, il fiorentino Giovanni Maria Casini, riportati alla luce e trascritti dal musicologo Gabriele Giacomelli, direttore artistico della rassegna. Si tratta di due responsori che rappresentano il vertice della sua produzione musicale. Il programma, infine, propone in chiusura un altro lavoro di Vivaldi, di cui vengono eseguiti il Concerto in Sol minore per archi e basso continuo e un salmo che gli è stato da poco attribuito, il Laetatus sum per coro a 4 voci e basso continuo.

A proporre questo repertorio, insieme al Vox Poetica Ensemble, saranno il soprano Jennifer Schittino, diplomata alla Scuola d’Arte Drammatica del Teatro Stabile di Catania nel 2003 e successivamente in Canto presso l’Istituto Musicale “V. Bellini” nel 2004; oggi, oltre a vari impegni in tutta Italia, svolge un’intensa attività musicale anche all’estero. Nel novembre del 2017 debutta nel ruolo di Abra nella Juditha Triumphansdi Vivaldi con l’orchestra Modo Antiquo, diretta da Federico Maria Sardelli. Il contralto sarà Aurora Faggioli, giovanissima classe ’92, già protagonista sui più prestigiosi palcoscenici nazionali e internazionali, come, tra gli altri, il Rossini Opera Academy di Lunenburg (Canada), l’Opera de Tenerife e la Chiesa della Pietà a Venezia.

Il Vox Poetica Ensemble di Fermo si forma nel 2004 e debutta nel 2005 con l’esecuzione del Magnificat di Bach e nel 2006 esegue il Requiem di Mozart; nel 2014 è stato vincitore del IV Concorso Corale Internazionale “A. Guanti” di Matera; a novembre 2017 ha partecipato al festival “Vivaldi in Venice” con l’orchestra Modo Antiquo, sotto la direzione di Federico Maria Sardelli.

L’Orchestra Barocca Modo Antiquo, fondata da F. M. Sardelli nel 1984, unisce musicisti dotati di virtuosismo strumentale e profonda conoscenza dei linguaggi e delle prassi esecutive storiche; presente nei principali festival e teatri del mondo, la sua discografia conta oltre 40 CD, tra cui molte prime registrazioni mondiali.

Infine, Federico Maria Sardelli: direttore, musicologo, compositore, flautista. Ospite delle maggiori sale d’Europa – come il Concertgebouw di Amsterdam e Théatre des Champs-Elysées di Parigi – e direttore principale ospite dell’Orchestra Filarmonica di Torino. Tra le tantissime cose da citare, ha diretto in prima mondiale nel 2012 il nuovo Orlando Furioso di Vivaldi, da lui scoperto e ricostruito. E’ membro del comitato scientifico dell’Istituto Italiano Antonio Vivaldi, sono numerosissime le sue pubblicazioni musicali e musicologiche; nel 2009 la Regione Toscana lo ha insignito del Gonfalone d’Argento.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti