facebook twitter rss

Casabianca e Lido nel degrado? I consiglieri di maggioranza respingono le accuse di Ferracuti:”Mistifica la realtà”

FERMO - I consiglieri di maggioranza Massimo Monteleone e Silvia De Santis replicano al segretario di circolo Pd Paolo Ferracuti in merito alle condizione della costa di Casabianca e Lido
Print Friendly, PDF & Email

 

I consiglieri di maggioranza Monteleone e De Santis replicano alle accuse relative alla trascuratezza della costa fermana, in primis Casabianca e Lido di Fermo, lanciate dal segretario del circolo Pd Paolo Ferracuti: “Mistifica la realtà – scrivono in consiglieri di maggioranza –  ma dove vive? Il Pd di Fermo in altri ambiti ha prodotto anche un’opposizione costruttiva sui contenuti. Oggi è veramente Ferracuti la voce del partito?”

I due esponenti della maggioranza di Calcinaro aggiungono: “Non se ne può più: a cadenza di 10 massimo 15 giorni, il disco rotto in cerca spasmodica di visibilità torna a suonare in maniera compulsiva con l’effetto di mettere in cattiva luce più il suo partito (o quello che ne resta) che la nostra amministrazione Immaginiamo ormai il signor Ferracuti in preda alla frustrazione per non aver più argomenti di cui dibattere, che se ne va in giro con il telefonino in mano e la fotocamera accesa in cerca della buca o del lampione con la luce fulminata per avere un qualcosa di cui sparlare. E si deve impegnare pure tanto, visto che ormai a Casabianca e Lido di Fermo, anche se c’è ancora molto da fare, siamo sempre più lontani dal degrado (leggasi come incuria) che regnava qualche anno fa. Adesso il signor Ferracuti ce l’ha con le strade e i marciapiedi, e per dare sostanza alle sue affermazioni, cita indebitamente il recente caso di cronaca, in maniera assolutamente inconsulta. Notiamo che per pura fatalità la sua fotocamera sempre operativa non ha ripreso la fascia verde di Casabianca tirata a lustro, non ha ripreso gli oleandri (la seconda parte) potati dopo diversi anni, non ha ripreso tutte le aree verdi completamente sfalciate e pulite (comprese quelle delle scuole), non ha ripreso la spiaggia spazzata e sistemata per la stagione, anche previa rimozione di tutti i detriti a differenza degli arenili dei Comuni limitrofi”.

Questo il pensiero comune dei due consiglieri comunali di maggioranza: “Tutto ciò che è sfuggito alla sua fotocamera noi lo abbiamo notato perché sono stati tanti i cittadini onesti e concreti che ce lo hanno segnalato ringraziando l’ufficio ambiente e l’Asite per il lavoro svolto, pubblicamente via social ma anche privatamente con chiamate in Comune, al Sindaco, all’assessore Ciarrocchi ed al sottoscritto quale referente del servizio del verde – sottolinea il consigliere Monteleone – Questo è quello a cui teniamo, come pure saremo attenti alle giuste segnalazioni dei cittadini che sottopongono problematiche effettive (come hanno fatto ad esempio alcuni residenti per la necessaria, urgente, pulizia del fosso a Lido Tre Archi) e per questi motivi rifiuteremo da qui in avanti di rispondere nel merito a chi non fa altro che mistificare la realtà. Lo facciamo in questa occasione solo a tutela dei tanti lavoratori che si sono impegnati in questi giorni per la tutela del bene comune (stanno lavorando sulla costa anche oggi con la pioggia) e che si sono detti stupefatti dell’assurdità delle affermazioni del signor Ferracuti sulla carenza di ordinaria manutenzione”.

Silvia De Santis che conclude: “Ferracuti dice di aver sentito alcuni cittadini prima di uscire con il suo comunicato: forse saranno i soliti che lo consigliano a collezionare figuracce con una certa ciclicità, perché altrimenti facciamo fatica a comprendere quali siano i suoi interlocutori A questo punto ci sorge un dubbio: ma veramente il signor Ferracuti rappresenta la voce del PD di Fermo?? Se sì, allora si spiegano tante cose, non ultima l’esito della recente tornata elettorale” .

 

Casabianca e Lido di Fermo, il Pd bacchetta l’amministrazione Calcinaro: “Percezione di degrado ed insicurezza”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti