facebook twitter rss

Al Crossodromo di Monterosato
si riaccendono i motori
e si guarda alla grande musica

FERMO – Illustrata l'azione di rilancio e le novità alla presenza della Crosspark Monterosato Srl, del sindaco Calcinaro e dell'assessore Scarfini. La struttura pronta ad ospitare anche manifestazioni di altra natura
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

foto di gara di Gaia Liodori

Il motocross fermano si è seduto ad un tavolo con l’Amministrazione comunale per progettare un nuovo futuro per il crossodromo di Monterosato. Un impianto storico, capace di ospitare negli anni eventi anche di caratura internazionale e che oggi si rilancia con una novità significativa: la possibilità di ospitare anche grandi concerti e feste.

“È un momento che mi fa piacere vivere e credo faccia piacere all’intera città – ha detto in apertura il sindaco Paolo Calcinaro -. Parliamo di motocross e di un crossodromo che è stato volano anche di attività internazionali, difficilmente viste in altri sport qui a Fermo. Le nostre società mettono tanta passione in questo settore e ora possiamo concretamente lavorare insieme”.

“Fermo ha tanti momenti di sport – ha rimarcato l’assessore Alberto Scarfini – pensare ad una programmazione che da adesso arrivi fino all’autunno è veramente importante. Io non sono bravo con le moto, ma ci vedremo sicuramente sul campo di gara”.

“La situazione di Monterosato è nota – ha spiegato Giampiero Properzi per la Crosspark Monterosato Srl – come sono note le difficoltà economiche di questo sport. L’obiettivo della società proprietaria dell’impianto è di farlo rivivere. Sono entrato circa 3 anni fa con l’obiettivo di rilanciare il crossodromo. Nel corso di questi anni abbiamo fatto investimenti, altrimenti fermi per varie vicissitudini. È stata ristruttura la parte ricettiva del ristorante. Un socio è stato sostituito con un altro che ha questa nostra stessa passione, ed iniziamo così a ricostruire questo gruppo di fermani appassionati di motocross”.

Una struttura che è diventata anche strumento per far vivere il territorio a pubblico, piloti e staff, facendo conoscere loro le bellezze di Fermo.

“Siamo riusciti ad ottenere una gara nazionale senior per le categorie 125cc, femminile, veteran master e super veteran, cercheremo di fare le cose nel miglior modo possibile” ha sottolineato Giovanni Braconi nell’introdurre il Campionato Italiano che si svolgerà il 9 e il 10 giugno.

E nel ricordare come siano oltre 20.000 i metri quadrati di parcheggio disponibili, Braconi ha ribadito la volontà di organizzare spettacoli di vario livello. “Questa è una struttura polivalente che si presta anche ad altri eventi, come concerti e feste. L’impianto deve vivere di manifestazioni importanti e bisogna valorizzarlo”.

Assist subito raccolto da Calcinaro, che ha ricordato come il gruppo di giovani che avevano organizzato il concerto di Coez all’Ippodromo di Montegiorgio si sia anche rivolto a lui per verificare la possibilità di farlo a Fermo. “Mi avevano chiesto uno spazio a Fermo ma solo oggi possiamo dire di averlo”.

Tornando alle competizioni sportive, Braconi ha illustrato anche quella che ha voluto definire una gara di rodaggio. “Domenica 8 aprile avremo la prima gara del campionato regionale Uisp. Ci saranno piloti anche di fuori regione, in questa manifestazione vicina agli amatori pur con la presenza di qualche pilota professionista. Servirà per avvicinare gli sportivi alle varie categorie 125, MX1 e MX2”.

Dopo aver ricordato il grande impegno di Daniele Scoccia del motoclub, Marco Montani, del vice presidente della federazione motociclistica regionale Gianni Monti e del pilota Lugi Santori, campione italiano veteran, Braconi ha ringraziato sia il 50enne fermano Germano Iacopini, che gareggerà nell’italiano super veteran, sia i giovani motociclisti presenti all’incontro, tutti impegnati nella 125 senior: Lorenzo Levantesi (18enne di Fermo), Mattia Luciani (22enne di Porto San Giorgio) e Alceste Pallotta (35enne di Force).

A chiudere proprio Daniele Scoccia. “Speriamo che il prossimo anno, con questa gara di inizio, si potrà riavere una manifestazione ancora più importante. Monterosato lo merita”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti