facebook twitter rss

Il Pd non ci sta: “Dai consiglieri De Santis e Monteleone risposta astiosa e arrogante,
rispetto alla base di tutto”

FERMO - Carlo D'Alessio "Paolo Ferracuti, ha semplicemente svolto il compito che, in una società democratica, l’opposizione deve fare: essere da stimolo a chi governa segnalando concrete problematiche e suggerendo possibili soluzioni. Se così non fosse non saremmo in democrazia ma in dittatura"
Print Friendly, PDF & Email

 

“Come Segretario del Partito Democratico di Fermo mi sento in dovere di precisare alcuni aspetti che, a seguito dell’intervento sulla stampa del Segretario PD di Lido Paolo Ferracuti, sono stati oggetto della risposta, astiosa e a volte arrogante, della maggioranza a nome dei consiglieri De Santis e Monteleone”. Che il tono della replica in merito alla situazione di Casabianca e Lido di Fermo fosse alquanto forte è apparso evidente (leggi l’articolo). Partito Democratico che di fronte alle parole dei due consiglieri di maggioranza auspica ad un maggior rispetto all’interno di un confronto civile.

Una precisazione che arriva del segretario dell’Unione Comunale di Fermo Carlo D’Alessio: “Innanzitutto il nostro Partito, in questa consigliatura, ha sempre svolto il suo ruolo di opposizione in modo puntuale e costruttivo senza mai alzare i toni ma, questo spero ci venga concesso, cercando di portare il nostro contributo al miglioramento della città e della vita sociale dei suoi abitanti. Paolo Ferracuti, nel suo intervento sulla stampa, questo ha fatto, svolgendo con puntualità ed impegno il suo ruolo di rappresentante e dirigente del nostro partito sul territorio. Ha semplicemente svolto il compito che, in una società democratica, l’opposizione deve fare: essere da stimolo a chi governa segnalando concrete problematiche e suggerendo possibili soluzioni. Se così non fosse non saremmo in democrazia ma in dittatura”.

D’Alessio che in merito alla replica di Monteleone e De Santis aggiunge: “Altro argomento che mi preme affrontare è che nel nostro Partito, che può perdere voti ma non la sua serietà, quando un suo dirigente si esprime lo fa a nome e in rappresentanza di tutti i suoi componenti, questione già ribadita in un mio precedente intervento sulla stampa ma, probabilmente, questo concetto per qualcuno è di difficile comprensione. Termino sottolineando che mai mi sarei permesso e mai mi permetterò di chiedere al Sindaco, che gode della mia stima e del mio rispetto sia per la persona che per il ruolo, chi rappresenta la voce della maggioranza. Carissima Consigliera De Santis, a volte, di fronte ad atteggiamenti come quelli espressi nella Vostra risposta viene voglia di cambiare il nostro modo di fare opposizione, ma noi non lo faremo, continueremo nella nostra linea. Lo facciamo per rispetto delle migliaia di cittadini Fermani e dei milioni di cittadini Italiani che ci hanno dato il loro voto e che ci chiedono di essere fedeli ai nostri valori. Rispetto che ci permettiamo di chiedere anche a Lei”.

 

Casabianca e Lido nel degrado? I consiglieri di maggioranza respingono le accuse di Ferracuti:”Mistifica la realtà”

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti