facebook twitter rss

“Prima di parlare la Vallati si documenti”:
la Pasquali rilancia sulla mobilità sostenibile

POLITICA - L'esponente della Giunta di Porto Sant'Elpidio replica alle accuse della candidata sindaco del Movimento 5 Stelle, elencando anche le risorse europee catturate dall'Amministrazione
Print Friendly, PDF & Email

La Vallati attacca (LEGGI QUI), l’Amministrazione comunale di Porto Sant’Elpidio risponde. A scrivere Annalinda Pasquali, vice sindaco della Giunta guidata da Nazareno Franchellucci, che alle accuse della candidata dei Cinque Stelle replica così: “I fondi per i quali abbiamo presentato il progetto del prolungamento della ciclabile urbana riguardano il Completamento della Ciclovia Adriatica – POR FESR Marche 2014/2020 – Asse 4, Azione 14.3.1, destinati esclusivamente all’obiettivo della mobilità dolce promosso dalla Regione Marche. E’ sicuro, a questo punto, che il M5S elpidiense non sappia proprio come funzionino i fondi europei, visto che dagli scranni del Consiglio comunale Spina e Fioschini, nel Consiglio di novembre, ci chiedevano di rinunciare al milione di euro del Por- Fesr per il ripascimento”.

E se la Vallati chiede di “rinunciare a presentare progetti per ottenere finanziamenti al fine di potenziare un’infrastruttura esistente, finanziamenti, che, peraltro, avranno ricadute positive sulla manutenzione della ciclabile esistente”, la Pasquali si domanda “se sia l’antieuropeismo del M5S o un’idea di progettazione e riqualificazione urbana al ribasso che spingano la stessa Vallati a dichiarare inutile il prolungamento e il potenziamento della ciclabile”.

“Il buon senso al quale la Vallati richiama l’Amministrazione – prosegue l’assessore – lo utilizzi lei stessa per documentarsi sui Programmi Operativi Regionali che definiscono la strategia degli interventi delle risorse comunitarie assegnate alla Regione e rifletta prima di parlare: uno dei primi obiettivi di un’Amministrazione è migliorare la qualità della vita dei cittadini e la mobilità sostenibile è uno di questi, pertanto è necessario cogliere tutte le opportunità di finanziamento disponibili dagli Enti sovraordinati per realizzarla, senza gravare sulle tasche dei cittadini stessi. Il M5S, come al solito, fa opposizione accostando una buona proposta come quella del potenziamento della mobilità dolce ai problemi che tutte le città hanno: spaccio, inciviltà degli automobilisti, buche, elencando di tutto di più, dipingendo la città di Porto Sant’Elpidio come un luogo degradato. Non pensi la Vallati di gettare fango sulla città per ergersi a salvatrice della patria. La città e i cittadini di Porto Sant’Elpidio meritano rispetto e anche gli avversari.

Infine, il lavoro di progettazione per l’utilizzazione delle risorse messe a disposizione dall’Europa e da altri Enti che questa Amministrazione ha prodotto finora ha dato buoni frutti: un milione di Euro dal Por-Fesr 2014/2020, asse 5 e quota POR-Fesr 2014/2017; un milione di Euro per villa Baruchello; inoltre, abbiamo partecipato e stiamo lavorando ad altri bandi, in silenzio, alacremente e guardando al futuro, differentemente da chi non sa guardare oltre il perimetro delle sue idee”.

 

La Vallati parte all’attacco: “Patrimonio pubblico in condizioni disastrose”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X