facebook twitter rss

Il fortino del Monturano
respinge il Montefano

PROMOZIONE - Pareggio a reti bianche (0-0) tra una delle pretendenti ad un posto nei playoff, quali i viola di mister Lattanzi, e i lupi di Bagalini che vedono la salvezza sempre più concreta. Tra sette giorni ci sarà il derby fermano con la Sangiorgese
Print Friendly, PDF & Email

MONTE URANO – Continua la marcia verso la salvezza diretta del Monturano Campiglione, che dopo l’Atletico Azzurra Colli riesce a fermare un’altra big del girone B di Promozione quale il Montefano. Una gara attenta e giocata sui nervi nei momenti topici. I calzaturieri ora si apprestano ad affrontare un’altra super forza d’alta classifica, come la Sangiorgese, nel derby di marca fermana del prossimo week end, fondamentale per chiudere il trittico di match difficili e per metter un altro tassello nella salvezza.

IL TABELLINO

MONTURANO CAMPIGLIONE 0 (4-3-1-2): Diomedi; Caporaletti, Cerquozzi, Fornari, Paolo Vallesi (15′ st Viti); Bosoni (24′ st Morelli), Reucci, Santarelli; Bracalente (32′ st Ulissi); Morlacco (27′ st Moretti), Fabrizio Vallesi. A disposizione: Rastelli, Renzi, Bartolini. All. Roberto Bagalini

MONTEFANO 0 (4-3-3): Rocchi; Cesari, Moschetta, Donati, Mengoni; Federico Camilloni, Palmucci, Rossini (26′ st Gigli); Aquino, Bonacci, Latini (32′ st Silvestroni). A disposizione: Sopranzetti, Cingolani, Matteo Camilloni, Pigini, Cammertoni. All. Roberto Lattanzi

ARBITRO: Marco Stachura di San Benedetto del Tronto; assistenti Tiziano Cecchini di Ascoli Piceno, Francesco Ciarrocchi di San Benedetto del Tronto

NOTE: Espulso Caporaletti al 44′ del secondo tempo per somma di gialli. Ammoniti Caporaletti, Fornari; corner 6-4; recupero 0’+3′

LA CRONACA

Dopo la sosta pasquale, il Monturano Campiglione ospita al Comunale un ambizioso Montefano. La gara si rivela ostica come tutti i precedenti tra queste due squadre. Partono meglio i padroni di casa che tengono le redini del gioco, ma senza creare pericoli dalle parti di Rocchi. La seconda metà del primo tempo risulta molto più equilibrata, con zero sussulti e nessuna squadra che riesce ad avere la meglio sull’altra. La seconda frazione ripresenta gli stessi tatticismi: gara chiusa, poche idee e molto polverone a centrocampo.  Alla lunga i viola ospiti sembrano più brillanti e dotati di una buona gamba, ma l’ago della bilancia non si sposta e il risultato rimane del tutto piatto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti