facebook twitter rss

Ponte sul Chienti, Pasquali:
“Bene ciclopedonale ma chiederemo
che sia anche carrabile”

PORTO SANT'ELPIDIO - Altra pioggia di denaro dal Fondo sviluppo e coesione è quella per la ciclovia sul Tenna, che pesca ben 3,3 milioni di euro, un progetto sul tavolo da diversi anni. L'assessore Annalinda Pasquali: "Il tracciato è già pronto, dalla ciclabile litoranea già esistente si innesterà quella che costeggia il fiume, presso villa Trevisani, proseguirà verso Sant'Elpidio a Mare e Monteurano"
Print Friendly, PDF & Email

Soldi per il ponte sul Chienti, altri per la ciclabile lungo Tenna, una serie di progetti per la mobilità dolce in città e verso i comuni limitrofi. I finanziamenti arrivati in questi giorni con il Fondo sviluppo e coesione 2014/20, 132 milioni di euro per le Marche, di cui poco più di 17 per il Fermano, danno concretezza agli obiettivi di potenziamento della mobilità dolce nel territorio di cui si parla da anni (leggi l’articolo). Porto Sant’Elpidio e Civitanova Marche incassano un finanziamento da 2 milioni per il ponte ciclopedonale sul fiume Chienti, per il collegamento a due ruote tra i lungomare delle due città. Se possibile, si punta a qualcosa di più.

“Per quanto riguarda l’intervento già finanziato nel Fondo sviluppo e coesione per il ponte sul Chienti – fa sapere l’assessore all’urbanistica di Porto Sant’Elpidio Annalinda Pasquali – le due amministrazioni intendono chiedere che il ponte, oltre che ciclopedonale, possa essere anche carrabile”. L’infrastruttura era parte del progetto di ciclovia Adriatica che coinvolge anche il comune di Potenza Picena, per il quale le tre municipalità hanno chiesto l’accesso ai fondi Por Fesr. A Porto Sant’Elpidio si è pensato a percorsi di mobilità dolce nei tratti di via Faleria-Via Ravenna verso il ponte sul Tenna, inoltre si vorrebbe traslare la ciclabile in pineta sul lato mare, lungo il percorso benessere, con tanto di illuminazione.
Altra pioggia di denaro dal Fondo sviluppo e coesione è quella per la ciclovia sul Tenna, che pesca ben 3,3 milioni di euro, un progetto sul tavolo da diversi anni. “Il tracciato è già pronto – conclude l’assessore Pasquali – dalla ciclabile litoranea già esistente si innesterà quella che costeggia il fiume, presso villa Trevisani, proseguirà verso Sant’Elpidio a Mare e Monteurano. Grazie al lavoro alacre dell’ex assessore partecipammo ai tavoli di programmazione e progettazione”. Un finanziamento che secondo l’assessore “consentirebbe di liberare i 500.000 euro previsti nell’Accordo di programma ex Fim per la ciclabile sul Tenna e destinarli ad altre opere pubbliche”.
La Pasquali tiene a ricordare la progettazione complessiva per la ciclabile urbana a Porto Sant’Elpidio, per 7 chilometri complessivi di tracciati ciclopedonali. “La Ciclabile urbana è già inserita nel Masterplan approvato in Consiglio comunale a fine 2017. Parallelamente sono stati modificati due articoli del regolamento urbanistico comunale, il 42 ed il 56”. Il primo obbliga ad attuare aree ciclopedonali nelle zone di nuove espansione, comprese quelle già previste nel Piano regolatore e ancora non attuate. Tutte le varianti dovranno prevedere tracciati dedicati alla mobilità dolce, utilizzando anche tratti stradali già esistenti. Il secondo impegna, nella realizzazione di nuove aree private ad uso pubblico, a prevedere percorsi per garantire la percorribilità nord-sud.
Sono tre invece le ciclabili progettate sull’asse est-ovest, in direzione Sant’Elpidio a Mare. La prima, già progettata dagli uffici tecnici dei due comuni, è quella Tribbio-Acqualato. La seconda vorrebbe costeggiare il Fosso dell’albero, partendo da Villa Murri per arrivare alla fine di via Garda; la terza da Fonte di mare punta a connettersi con la Basilica di Santa Croce.
“La nostra è una proposta di mobilità sostenibile a 360 gradi che coinvolge tutto il territorio cittadino, includendo anche gli spazi privati – conclude Annalinda Pasquali – Vogliamo migliorare la qualità della vita, per una città più a misura di individuo, dove tutti possano spostarsi sulle due ruote in sicurezza. Già due anni fa abbiamo posto presso le scuole pubbliche rastrelliere per parcheggiare le bici, da oggi al prossimo futuro possiamo realizzare percorsi ciclabili che raggiungono più plessi scolastici. Il progetto della Ciclabile urbana incluso nel Masterplan Generale di revisione del Prg è già stato deliberato non è un semplice schizzo. Sarà a breve realtà”.

Pierpaolo Pierleoni

Interventi per il porto e la viabilità Al Fermano assegnati 17,2 milioni di euro


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti