facebook twitter rss

La Nuova Faleria rimonta
di cuore e fa il regalo al suo
presidente per le nozze d’oro

TERZA CATEGORIA - Nella ventitreesima giornata del Girone G gli elpidiensi riacciuffano il pari nel finale dopo che l'Amandola aveva ipotecato la vittoria con un doppio vantaggio. Un risultato che, per come è arrivato, fa gioire la formazione di Mario Arpili, numero uno societario, che oggi festeggia cinquant'anni di matrimonio
Print Friendly, PDF & Email

AMANDOLA – Non poteva esserci regalo più bello che la Nuova Faleria potesse fare al suo presidente per festeggiare le nozze d’oro di un pareggio in extremis. Forse sì, una vittoria sarebbe stata il massimo. Tuttavia per quando e per come è giunto, il 2-2 di ieri  sul campo dell’Amandola Parrocchia non può far altro che far felice la formazione elpidiense.

Due squadre vogliose di playoff, accomunate dagli stessi punti in classifica, ma che dopo questo segno “x”, a tre gare dal termine della regolar season, dicono definitivamente addio alle speranze di rientrare nella griglia promozione. Una partita dalle mille sfaccettature: ad iniziare meglio sono i padroni di casa, che approcciano meglio e tengono in mano le redini dell’incontro. I biancorossi di via Togliatti rimangono troppo passivi e su un calcio d’angolo a favore subiscono l’imbucata dell’1-0 con un contropiede micidiale che porta l’avanti amandolese a dribblare Cognigni e a depositare in rete.

Nella ripresa mister Marco Funari  prova a riequilibrare le sorti del match ed effettua una girandola di sostituzioni. Il forcing offensivo della Nuova Faleria aumenta, fino a quando a metà ripresa Scano avrebbe sui piedi la palla del pari ma la fortuna non è dalla sua parte e colpisce il palo. Gol mancato gol subito e di fatto, dopo pochi minuti, l’Amandola raddoppia con una magia dai 25 metri sotto l’incrocio. Sotto di due reti la partita poteva sembrare finita per gli ospiti, ma la seconda marcatura locale invece di spezzare le gambe agli elpidiensi fa scattare in loro la scintilla d’orgoglio e nel giro di tre minuti (tra l’86esimo e l’89esimo minuto della partita) l’ago della bilancia si raddrizza. Due azioni in fotocopia, discesa sulla fascia, palla rasoterra in area e tap in vincente: prima Scano sfrutta l’assist di Bozza e riaccorcia le distanze, poi lo stesso Scano serve a Silla il pallone del definitivo 2-2.

Un pareggio dedicato a Mario Arpili, presidente della Nuova Faleria, e sua moglie Giuseppina Fedeli che proprio oggi festeggiano cinquant’anni di matrimonio. La redazione di Cronache Fermane Sport si unisce agli auguri per queste nozze d’oro.

Leonardo Nevischi

 

Mario Arpili, presidente della Nuova Faleria Calcio


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti