facebook twitter rss

Camb Montecchio salva,
Victoria Marcozzi
al secondo turno playout

BASKET - La tensione per l'importanza della sfida e qualche decisione arbitrale dubbia scatena la rabbia di coach Marcaccio, che rimedia l'allontanamento in corso d'opera e l'esonero a fine gara. Squadra affidata a Massimiliano Pratesi
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Fatale gare tre alla Marcozzi, che non riesce a portare a casa la bella contro il Camb Montecchio che prevale per 55 a 77 e pertanto costringerà i fermani al secondo turno playout, contro la perdente dello scontro tra Fano e San Severino, anche loro alla bella da disputare. La Marcozzi è ancora in otto a referto per le defezioni di Scocco e Raccichini che limiteranno le rotazioni alla fine decisive, specie dopo aver giocato gara due meno di 48 ore prima.

LA SQUADRA

VICTORIA FERMO: Verdecchia 9, Cinti, D’Onofrio, Marota 13, Meconi 18, Bernard 10, Ricci 4, Belleggia 11. All. Marcaccio

LA CRONACA

La gara è inizialmente equilibrata ed il primo parziale è sul 16 a 17 con Donini e Consanni che sembrano essere in palla per gli ospiti, mentre per i gialli fermani i soliti Meconi e Marota. Bernard dopo due gare dove è stato pressoché immarcabile dalla difesa ospite, e nella circostanza viene molto ben contenuto, con le buone e con le cattive, senza che la coppia arbitrale dia un minimo di tutela al colored, al quale vengono fischiati addirittura tre falli in attacco.

All’intervallo lungo la Marcozzi è sotto 31 a 39 e comincia ad affiorare la stanchezza. Il rientro in campo delle squadre premia ancora gli ospiti, che volano sul +12; quando sembra che la resa sia vicina ecco che Belleggia e compagni trovano le forze per tornare a ridosso del Montecchio, 46-48 al 27’ e palla in mano.

Ma è l’ultimo barlume di energia, gli ospiti nei tre minuti finali riportano il vantaggio sulle dieci lunghezze assicurandosi un ultimo quarto in completo controllo del match. La Marcozzi prova ancora nel miracoloso rientro in partita ma sono i canestri ancora di Consani e Donini a scavare un baratro nel punteggio e ad assicurare un tranquillo finale per i propri compagni.

La coda di gara ormai compromessa e con diversi titolari in panchina a riposare per la prossima serie, vede protagonista coach Marcaccio, che viene espulso dopo la protesta per l’ennesimo fischio rovesciato della coppia arbitrale; il coach perde le staffe e affronta l’arbitro faccia a faccia, strappandogli il fischietto; prontamente allontanato da Bernard prima che la situazione potesse degenerare.

Atteggiamento di coach Marcaccio che la società condanna a prescindere dal disastro della coppia arbitrale si rimane perplessi, però, di come il designatore possa aver mandato una coppia di arbitri tanto giovani per una gara importante e giocata da giocatori non certo alle prime apparizioni. Al termine della sfida, il presidente Viozzi comunica l’ esonero di coach Marcaccio e l’affido della squadra dal prossimo allenamento a Massimiliano Pratesi, al quale ora spetterà il compito di rimettere un po’ di serenità nell’ambiente e di rigenerare un po le pile dei ragazzi in vista delle prossime sfide.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti