facebook twitter rss

Conservatorio allestisce Il Trovatore in chiusura di Belmonte Ama il Teatro

BELMONTE PICENO - Personaggi interpretati da allievi della classe di canto del Maestro Monica di Siena: Zhao Yaxin nel ruolo di Manrico, Aliya Besenova (Leonora), Tamara Uteul (Azucena), Zhang Hao (Conte di Luna), Massimiliano Fiorani (Ferrando)
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Conclusione affidata al Conservatorio di musica Pergolesi per l’edizione 2017-2018 del Festival Belmonte Ama il Teatro. Presentato nella sede della Camera di Commercio l’ultimo evento del cartellone, in programma nella serata di sabato 12 maggio: l’opera lirica Il Trovatore di Giuseppe Verdi, per la prima volta al teatro di Belmonte Piceno con i suoi 98 posti.
Carlo Verducci, presidente del Conservatorio Pergolesi ha espresso la soddisfazione “nel vedere realizzata una stagione così importante in un piccolo comune che è un gioiello storico. La collaborazione dell’ente musicale è avvenuta in modo spontaneo perché già da tempo abbiamo la volontà di collaborare con tutte le realtà del territorio, affinché il Conservatorio non resti chiuso come uno scrigno ma metta a disposizione le risorse e le potenzialità che ha. Gli allievi arrivano da varie parti d’Italia e del mondo con forte presenza di studenti stranieri, un trend in crescita. Il Trovatore sarà proposto in una rappresentazione scenica, quindi, solo con le sue parti principali che mantengano il filo conduttore”.
I personaggi sono interpretati da allievi della classe di canto del Maestro Monica di Siena: Zhao Yaxin nel ruolo di Manrico, Aliya Besenova (Leonora), Tamara Uteul (Azucena), Zhang Hao (Conte di Luna), Massimiliano Fiorani (Ferrando).

Ivano Bascioni, sindaco di Belmonte Piceno: “Grande soddisfazione per un Comune di 600 abitanti realizzare una rassegna così grande che ha visto una media di 90 presenze di media su in un teatro che ha un massimo di 98 posti. Ciò significa aggregazione del paese e diffusione della cultura. Una stagione che ha visto Emanuele Latini nel ruolo di direttore artistico; il Conservatorio Pergolesi di Fermo che ha portato con coraggio la lirica a Belmonte e ovviamente la Camera di Commercio, senza il contributo della quale tutto sarebbe stato molto difficile. Nel corso della stagione abbiamo coinvolto le scuole, le aziende locali, e tenuto aperto il museo archeologico – ha concluso il sindaco anticipando che – stiamo già lavorando per la prossima stagione”.
Per il secondo anno Emanuele Latini, ha ricoperto il ruolo di direttore artistico di Belmonte Ama il Teatro: “l’idea poteva sembrare visionaria all’inizio, ma grazie a contatti che ho collezionato nel tempo e con i vari lavori fatti, sono riuscito a portare artisti, alcuni dei quali venuti per amicizia, altri per sperimentare i loro spettacoli. Una stagione che ha unito artisti del Fermano a altri nazionali, tra cui ad esempio la cantante Silvia Mezzanotte”.
“Belmonte è un Comune dell’entroterra che è una meraviglia e che organizza una stagione importante – secondo Graziano Di Battista, presidente della Camera di Commercio, secondo cui – dobbiamo valorizzare maggiormente il nostro territorio. Bene far trovare momenti interessanti a chi viene a visitare il Fermano. Inoltre è importante valorizzare il Conservatorio e suoi allievi che sono un bene prezioso” ha concluso Graziano di Battista che ha poi spronato a divulgare tali appuntamenti anche sul web oltre che sulla stampa locale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti