facebook twitter rss

Primo maggio in Blues, ultima giornata del raduno nazionale centro Italia

ALTIDONA - Per un fine settimana il comune dlela Valdaso è stato capitale del Blues ospitando concerti live e premiazioni, collegate a stand di prodotti locali
Print Friendly, PDF & Email

Si chiude oggi pomeriggio, 1 maggio, al parco dei ponti a Marina di Altidona, il Raduno Nazionale Blues Centro Italia con Blues e Dintorni che vede protagonisti Giulia Mioli e Stefano Proietti Band e Blues d’Autore con Gianni Grasso Band e Maurizio Pugno. Dopo la serata d’apertura di sabato 28 aprile, domenica 29 il raduno ha attratto circa 2.000 spettatori nella grande tensostruttura allestita in un contesto verdeggiante di notevole suggestione per applaudire i migliori nomi del blues italiano e gustare tipicità locali. Musica alternata a premiazioni. Madrina della prima serata Linda Valori. Tra i premiati con la targa d’argento dedicata a Rudy Rotta, chitarrista, cantante e compositore di fama internazionale scomparso lo scorso anno, compare Fabrizio Poggi in finale al Grammy Award 2018 per il Blues. Premiato il ghota del Blus Italiano a partire da Maurizio Pugno, Tolo Marton, Nick Beccattini, Max Pradi, Marco Pandolfi, Francesco Piu, Max Lazzarin e Stephanie Ghizzoni, Luciano Federighi.
Ieri sera il festival ha allargato gli orizzonti con una serata internazionale. E’ stata la volta di International Evening, che ha visto l’arrivo nel Fermano, direttamente da Londra, di Little George Sueref Band, armonicista e grande voce del blues contemporaneo.
Con la direzione di LeartCulture, Comune e Pro Loco di Altidona, il Raduno Nazionale Blues Centro Italia ha visto importanti collaborazioni quali Regione Marche, Italian Blues Union, European Blues Union Italia, e Blues Foundation.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti