facebook twitter rss

Week end effervescente
per il Red Racing team

MOTOCROSS - Per Compagnone, Terenzi e Carletti l'impegno nei canonici tracciati sabbiosi italiani dove sono maturati buoni risultati. Nel mentre, dalla Spagna, la velocità di Zaccone valeva la settima posizione nel Cev Moto2
Print Friendly, PDF & Email

MONTALBANO JONICO (MT) – Il ricco week end di gare del team Red Racing è iniziato dal Campionato Italiano Fmi Epoca, dove era in programma la seconda tappa identificata in provincia di Matera. L’inossidabile Gianni Gismondi nella prima gara della categoria E2, con una Tgm 125, ha ottenuto un secondo posto nella prima batteria, dopo una rottura di una fascia, e la vittoria nella seconda manche, tale infine da salire sul gradino più alto del podio mantenendo salda la tabella rossa di leader della classifica generale. Nella categoria D2 Gismondi ha combattuto fino all’ultimo giro, sia nella prima che nella seconda batteria, per salire quindi sul secondo gradino del podio a bordo della Honda 250. Risultato nobile che non appaga fino in fondo l’esperto pilota il quale, ad ogni modo, ha ancora davanti a se tantissime battaglie per dimostrare il proprio valore.

SAN SEVERINO MARCHE (MC) – Nel Campionato Italiano Senior 125 e Veteran, dopo l’infortunio del mese scorso, rientrava in pista Felice Compagnone nella 125 Senior. Ancora dolorante alla mano sinistra, alle qualifiche del sabato eccolo però far registrare il primo tempo, specchio poco fedele dalla blanda partenza della domenica. La prima manche della contesa si chiudeva infatti al quinto posto, diventato sesto nella batteria di replica, con l’attenuate a vanificare la buona partenza dovuta da una caduta generale che ne ha complicato il cammino in corso d’opera. Nella sommatoria generale Compagnone ha chiuso quarto assoluto, sfiorando il podio per pochissimi punti.

Buona anche la prestazione del giovanissimo Eugenio Carletti, chiamato a vedersela in una sorta di allenamento nella Senior 125. Dopo l’ottimo undicesimo tempo del sabato in qualifica, la domenica riusciva a partire nelle prime quindici posizioni ma a metà gara, mentre viaggiava in quattordicesima posizione, ecco un rovinoso contatto aereo e la conseguente caduta, la ripartenza ed il definitivo ritiro a causa di un guasto meccanico. Nella seconda batteria Carletti partiva addirittura in testa sino alla prima curva, ma il ritmo della gara fibrillava rapido e ad alta frequenza, portandolo a chiudere in ventesima posizione. Per come anticipato, il consuntivo domenicale passa sotto la lente analitica come propedeutico per la sfida di domenica prossima, valida la terza ed ultima prova selettiva del Campionato Italiano Centro-Sud Junior prevista a Castigion del Lago (PG).

Nella Veteran Mx2 sembrava tutto facile per il portacolori del team, Andrea Terenzi. Alle qualifiche del sabato era protagonista del primo tempo, con quasi un secondo di vantaggio dai suoi avversari diretti, mentre all’indomani la partenza in gara difettava per la decima posizione iniziale. Nel recupero arrivava il transito al terzo posto, diventato quarto nel finale di manche. Tonico l’avvio della seconda batteria: al primo giro Terenzi sfrecciava per terzo, primo nell’ottica della MX2, ma all’ultimo giro perdeva leggermente terreno chiudendo quarto, e dunque secondo nella MX2. In termini di bilancio settimanale rimediava pertanto un gratificante secondo gradino del podio.

Per ciò che riguarda il segmento velocità, ecco la prova di Alessandro Zaccone, impegnato nella seconda prova del Cev Moto2 svoltasi esattamente dal circuito spagnolo di Tormo de Valencia. “E’ stata un po’ dura, nella prima tappa di qualifica ho avuto pochissimo feeling con la resa guadagnando l’undicesima posizione – dichiara Zaccone -. Il team ha lavorato subito sodo ed alla grande per darmi una moto al top per la seconda manche. Purtroppo, al momento di uscire con le gomme nuove ha iniziato a diluviare”.

Gara difficilissima quella del giorno dopo, conclusa con la settima posizione. “Ancora non mi sono adattato al massimo su questa moto, che richiede uno stile di guida totalmente diverso – gli umori domenicali del giovane pilota -. Ho sofferto tanto, soprattutto su una pista per me nuova. Sto lavorando tanto ed i risultati non tarderanno ad arrivare, grazie al team che lavora alacremente ed a tutti gli sponsor che credono in me”.

Paolo Gaudenzi

 

Fotogallery


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti