facebook twitter rss

Dai tavoli dei Giovani Democratici
le proposte per un nuovo Pd

POLITICA - Conclusa a Porto Sant'Elpidio l'iniziativa organizzata dai Giovani Democratici Marche nella Casa del Volontariato. Un appuntamento partecipato, con più di 50 ragazzi provenienti da tutta la regione
Print Friendly, PDF & Email

Si è chiusa la due giorni organizzata dai Giovani Democratici Marche nella Casa del Volontariato di Porto Sant’Elpidio. Un appuntamento partecipato, con più di 50 ragazzi provenienti da tutta la regione per l’occasione.

L’evento è stato aperto nel pomeriggio di sabato 28 aprile: dopo i saluti istituzionali (tra cui il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ed il sindaco della città di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci), il lavoro si è spostato nei sei tavoli tematici (lavoro, scuola, università, pari opportunità, mobilità e turismo e rapporto con il partito) coordinati da rappresentanti della politica regionale e della società civile.

Non è mancato un momento dedicato alle prossime elezioni amministrative, con la presentazione dei candidati della giovanile impegnati nella prossima tornata elettorale (il segretario regionale Gd Pietro Casalotto ad Ancona, il segretario del circolo Gd elpidiense Stefano Senesi e l’attuale consigliere comunale Luca Piermartiri).

La mattina successiva dopo i saluti istituzionali (tra cui quello dell’assessore al Turismo della Regione Marche Moreno Pieroni) l’assemblea plenaria ha visto la presentazione del comitato “Mi riconosci? Sono un professionista dei beni culturali” volto al riconoscimento legislativo delle figure professionali operanti nel settore cultura, e dei Giovani Democratici del Trentino, ospiti d’eccezione per presentare il loro progetto di volontariato nelle periferie d’Italia, partito da Scampia.

La chiusura è stata affidata ad Antonio Mastrovincenzo, presidente del Consiglio Regionale che si è fatto carico delle tante proposte uscite dai tavoli di lavoro, per portarle all’attenzione della Giunta e del Partito regionali: potenziamento della struttura-partito e creazione di una scuola politica regionale permanente per favorire la partecipazione e la formazione politica, strumenti per un maggior dialogo tra partito e giovanile, l’istituzione di un professionista che si occupi nelle scuole superiori esclusivamente della valutazione dell’efficacia dell’alternanza scuola- lavoro, il progetto “Torno Subito”, la possibilità di mettere in rete i giovani che si affacciano nel mondo del lavoro per combattere una “solitudine generazionale” tuttora presente, l’allineamento dei congedi maternità/paternità, il progetto “Organa” sulle disuguaglianze di genere, la reintroduzione della donna nel mondo del lavoro, welfare aziendale, politiche sugli asili nido, lo stato d’applicazione della legge 194, le proposte di abbonamenti e convenzioni per i trasporti e la creazione di un’app per semplificare la mobilità a livello regionale, l’utilizzo di fondi europei per implementare la rete dei trasporti, l’introduzione della “bandiera lilla” ed il potenziamento di piattaforme digitali per il turismo regionale, il voto degli studenti fuorisede, l’attuazione quanto prima della “carta dello studente” prevista dalla riforma Erdis, la richiesta di tutelare gli studenti universitari in vista del preannunciato sciopero estivo dei docenti e la richiesta di un ulteriore aumento dei fondi per il diritto allo studio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti