facebook twitter rss

Consiglio dei saluti tra commozione
e fair play, Franchellucci:
“Indimenticabile il cuore della città dopo il sisma”

PORTO SANT'ELPIDIO - Seduta di congedo e consegna degli attestati alla fine del quinquennio amministrativo, il presidente Romitelli ringrazia tutti: "Siamo stati uniti per il bene comune"
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Rispetto reciproco, toni concilianti e anche un po’ di commozione, stamattina, per la seduta del Consiglio comunale di congedo della legislatura a Porto Sant’Elpidio. Un momento fortemente voluto dal presidente Vitaliano Romitelli per salutare tutti i consiglieri e consegnare loro un attestato. Proprio Romitelli apre la discussione, ringraziando tutti “per l’affetto, l’impegno, la vicinanza alla città. Sono stati 5 anni di lavoro ed abbiamo trascorso momenti indimenticabili, di gioia ma anche situazioni drammatiche. Se pur di opposte parti politiche, siamo stati uniti per il bene comune e questa esperienza rimarrà per tutti. Ringrazio tutti voi che mi siete stati vicini nei momenti difficili, molti mi hanno affiancato anche nei momenti di terapia”. Lungo l’elenco di ringraziamenti del presidente, dai vertici dell’Area vasta 4 Asur a dirigenti e dipendenti comunali, dal sindaco e la giunta ai Prefetti che si sono succeduti, dalle forze dell’ordine alla Procura e al tribunale Fermo, fino ai dirigenti scolastici, gli insegnanti, le associazioni, le parrocchie, i comitati di quartiere, i giovani, i catechisti e i centri sociali. Infine un grazie all’intero Consiglio comunale alla stampa e alla moglie. “Non mancherà in futuro il mio affetto e la mia vicinanza alla città” promette Romitelli, commuovendosi.

Tocca al sindaco Nazareno Franchellucci. Ringraziamenti anche da parte sua, alla maggioranza per il supporto, ma anche all’opposizione, “preziosa e importante per dare stimoli e fare da pungolo all’amministrazione comunale”. Si rammarica, il primo cittadino, per la partecipazione spesso scarsa alle vicende amministrative. “Sotto questo aspetto il bilancio è purtroppo negativo. Abbiamo adottato strumenti per facilitare l’interessamento della cittadinanza, come lo streaming delle sedute consiliari e le dirette radiofoniche, ma se guardiamo alle visualizzazioni dello streaming ci rendiamo conto di numeri risibili. Mi auguro che in futuro non ci si interessi alla cosa pubblica solo per brevi periodi, ma ci si avvicini per formare uno spirito critico e competente. In bocca al lupo a tutti i partecipanti alla prossima competizione elettorale. Grazie a chi non si ricandida, quindi non farà parte della prossima legislatura. Con molti di voi ho vissuto momenti importanti”. Franchellucci manda in archivio il mandato sottolineando un aspetto in particolare. “Sono stati anni difficili, credo che su tutto meriti di essere ricordato il grande cuore dimostrato da Porto Sant’Elpidio nel dramma del terremoto. Questa città è stata straordinaria nel supporto e nell’accoglienza alle popolazioni colpite da questo dramma, ricevendo anche la visita ed il plauso del Presidente della Repubblica. Credo sia motivo di orgoglio per tutti noi”.

A seguire i saluti dei consiglieri comunali. Inizia Andrea Balestrieri, che sogna “una città fatta di buon senso, presenza, passione, onestà, costanza, impegno. Termina una bellissima esperienza. A chi sta in altri schieramenti dico che vi considero avversari, non vi vedrò mai come nemici”. E’ l’ultimo atto per Aldo Acconcia: “Dopo 20 anni credo sia tempo di lasciare. Non sono nativo di Porto Sant’Elpidio, ho scelto questa città per la mia famiglia e ho dato tutto il mio impegno per vederla crescere. Spero si possa cancellare dal vocabolario la parola indifferenza, come diceva Gramsci”. Mancavano all’ultimo atto i consiglieri del Movimento 5 stelle, Massimo Spina e Marco Fioschini, Luca Piermartiri del Pd, Giuseppe Summa di Obiettivo futuro e Antonesio Diomedi della Destra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti