facebook twitter rss

Cittadinanza digitale, le risposte
ad esigenze e problematiche dei giovani

FERMO - Terza fase del progetto “Toc Toc? Ci sei? O sei connesso? Educare alla cittadinanza digitale” che ha visto protagonisti alcuni docenti e studenti dell’Itet “Carducci-Galilei”
Print Friendly, PDF & Email

Sta per iniziare la terza fase del progetto “Toc Toc? Ci sei? O sei connesso? Educare alla cittadinanza digitale” che ha visto protagonisti alcuni docenti e studenti dell’Itet “Carducci-Galilei” di Fermo in questo anno scolastico 2017/2018. L’istituto, da sempre attento al mondo dei giovani, ha voluto creare occasioni “fra pari” (peer) per favorire negli adolescenti lo sviluppo della consapevolezza del significato di “cittadinanza digitale” e dei comportamenti a rischio puntando su alcuni approcci didattici innovativi che utilizzino le tecnologie della comunicazione (ad esempio video), integrate con internet e i social networks.

Dopo una prima fase nel mese di gennaio, in cui sono state sviluppate delle azioni formative rivolte a docenti e a diversi alunni delle classi III e IV, si è passati ad una seconda fase durante la quale sono stati individuati sette ragazzi per svolgere il ruolo di peer educator, successivamente formati nel ruolo ed accompagnati nella costruzione del ‘kit didattico’ a supporto delle attività di stimolo per gli alunni del biennio. Si è arrivati ora alla terza fase, nella quale al fine di promuovere l’azione educativa dei peer nei confronti degli alunni del biennio, sono stati organizzati tre incontri: venerdì 25 maggio c/o l’aula magna “A. Battista” alle ore 10.45 sono invitate le classi 2AA-2BA-1BT-2AT-2CT-2CA; martedì 29 maggio, sempre alla stessa aula magna alle ore 10.45, le classi 1AT-1AA-1BA-1CA -2BT; lunedì 4 giugno presso l’Aula Video sede Geometri, le classi alle ore 10:45 1ACAT-2ACAT.

Molto soddisfatta del lavoro portato avanti la dirigente dell’Itet, Cristina Corradini: “E’ un progetto molto importante, che vede in rete Itc “C. Battisti” di Fano, l’Iis “Raffaello” di Urbino, il Liceo Scientifico e delle Scienze Umane Laurana-Baldi di Urbino ed il nostro, con a supporto dell’iniziativa, l’Age (associazione Italiana Genitori – sezione territoriale Marche) e il Ce.S.Co.T Ancona come ente di formazione accreditato. Una squadra importante per rispondere al meglio alle esigenze ed alle problematiche dei nostri ragazzi. Mi fa davvero piacere vedere come si stia arrivando al meglio a questa terza fase, quella degli incontri che vedranno protagonisti i peer adeguatamente formati nei confronti degli alunni del biennio. Faranno tutti un ottimo lavoro, ne sono certa”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti