facebook twitter rss

Fiori (FI) scrive agli amministratori azzurri: ” Elaboriamo proposte per voltare pagina sulla gestione dell’emergenza e avviare la ricostruzione”

SISMA - "Dobbiamo incalzare il Governo che si è appena insediato e dobbiamo farlo senza pregiudizi e senza sconti proprio sui contenuti e sulle grandi questioni che riguardano il nostro Paese"
Print Friendly, PDF & Email

“Cari Sindaci e cari amministratori, come certamente saprete il Governo presieduto dal Primo ministro Paolo Gentiloni ha approvato, nella sua ultima seduta, il decreto legge n. 55 del 2018 recante misure urgenti per la gestione del sisma che ha colpito (a partire dall’agosto 2016) l’Italia centrale”. Inizia così la lettera inviata da Marcello Fiori, coordinatore nazionale Enti Locali di Forza Italia, ai sindaci e agli amministratori Azzurri, dopo che ieri aveva invitato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a riunire il Consiglio dei Ministri nei luoghi drammaticamente colpiti dal sisma evitando invece una inutile passerella tra i terremotati.

“A breve – continua Fiori – inizierà l’esame del decreto legge presso il Senato e credo questa debba essere l’occasione per far sentire in modo chiaro la nostra voce formulando le nostre richieste di intervento legislativo rimaste in questi 21 mesi largamente inascoltate da un Governo e una maggioranza parlamentare che avevano una avversione ideologicariguardo il modello di intervento e gestione della emergenza (a cominciare da L’Aquila) realizzati durante i Governi guidati dal Presidente Silvio Berlusconi. Per questo Vi chiedo di volermi far pervenire le Vostre osservazioni e richieste da trasformare in emendamenti da sottoporre ai nostri Gruppi parlamentari. Dobbiamo incalzare il Governo che si è appena insediato e dobbiamo farlo senza pregiudizi e senza sconti proprio sui contenuti e sulle grandi questioni che riguardano il nostro Paese, Per quanto mi riguarda il terremoto è una delle principali questioni cui è legato il destino di sviluppo (oppure il declino) di molta parte dell’Italia centrale. Se davvero la gestione del terremoto è una priorità anche per questo Governo, lo scopriremo presto. E abbiamo una solida amara certezza: non ne possiamo più di carte, burocrazia, promesse e passerelle. Tutti al lavoro – conclude Fiori – per dare forma alle nostre richieste e alle speranze di migliaia di nostri concittadini”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X