facebook twitter rss

Il Lions Club chiude l’anno all’insegna dell’impegno contro la violenza sulle donne: protagonista la Polizia di Stato

FERMO - La Presidente del Lions Club, Notaio Sonia Mirabelli, ha voluto concludere la stagione tornando a parlare di violenza sulle donne
Print Friendly, PDF & Email

Lo scorso  8 giugno, si è tenuto presso il Royal Hotel di Lido di Fermo, l’ultimo meeting dell’anno lionistico luglio 2017 – luglio 2018. La Presidente del Lions Club, Notaio Sonia Mirabelli, ha voluto concludere la stagione tornando a parlare di violenza sulle donne, dopo aver affrontato il tema in occasione del primo meeting tenutosi in autunno in materia di sanità con il Primario del Pronto Soccorso Dr. Giostra, che si era intrattento anche sulla cd. stanza rosa, da intendersi più che come luogo fisico, un modello organizzativo e una modalità ooerativa per gestire interventi su donne che necessitano di cure perché vittime di maltrattamenti.

Il tema è stato affrontato, questa volta, dietro una diversa angolazione, riguardante le attività di prevenzione e contrasto alle violenze sulle donne ad opera delle Forze dell’Ordine. La Polizia di Stato ha condiviso con il Lions Club di Fermo il progetto che a livello nazionale sta portando avanti per promuovere nella società civile la campagna di sensibilizzazione contro le “violenze di genere” denominata: “QUESTO NON E’ AMORE”. Relatrice della serata il Vice Questore Dott.ssa Patrizia Peroni, Capo della Squadra Mobile della Questura di Ascoli Piceno e Fermo. Funzionaria della Polizia di Stato con esperienza decennale presso la Questura di Milano dove, tra i vari incarichi, ha ricoperto quelli di Capo dell’Ufficio Stampa presso il Gabinetto del Questore e dove ha diretto la Sezione della Squadra Mobile dedicata ai “Reati sessuali e in danno dei minori”. Diversi gli argomenti affrontati inerenti alla tematica: la costituzione della “Rete territoriale antiviolenza” tra diversi soggetti istituzionali per ottimizzare le risorse e gestire in sinergia il fenomeno (attraverso la firma in Prefettura del Protocollo d’intesa dedicato alle “violenze di genere”.

Descrizione di “violenza di genere” (ricomprendedovi anche violenze all’interno di coppie dello stesso sesso nei confronti del partner più debole e fragile). Tipologie di violenze: sessuali, maltrattanenti fisici, violenze psicologiche, violenze all’interno delle mura domestiche e quelle perpetrate nei confronti di donne fuori nei luoghi pubblici. Processi emotivi e patologici che portano gradualmente ad una escalation di azioni e condotte sempre più gravi nei confronti del proprio partner o, spesso ex partner. E poi, l’inportanza della campagna di sensibilizzazione, del parlarne nelle scuole per orientare positivamente al bene e alla comprensione reciprica i ragazzi e far diventare il tema un positivo argomento di dibattito nelle famiglie e nella società civile. La Presidente Mirabelli ha voluto quindi portare un importante spunto di riflessione all’interno della comunità lionistica in merito ad una “violenza” così subdola e spesso sotterranea: è stato infatti confermato dalla relatrice il bassissimo numero di denunce sporte. La Presidente Mirabelli ha pertanto voluto condividere con il parterre della serata quanto detto da Martin Luther King: ” Ciò che mi spaventa di più non è la violenza dei cattivi, è l’indifferenza dei buoni”. Per non rimanere indifferenti al Pianeta Donna. Hanno partecipato al meeting, intrattenendosi alla cena conviviale che ne è seguita, oltre alla Dott.ssa Peroni: Il Prefetto di Fermo Maria Luisa D’Alessandro; il Vicario della Istituenda Questura di Fermo, Primo Dirigente della Polizia di Stato Dott.ssa Patrizia Carosi; il Consigliere Comunale con delega alle Pari Opportunità Laura Ilari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X