facebook twitter rss

Il coordinamento della Lega conferma: “Salvini per la prima volta a Fermo da Ministro dell’Interno”

FERMO - Lucentini: "Sotto il governo Renzi-Alfano la Città ha subìto un danno alla propria reputazione, con la strumentalizzazione della morte del Nigeriano avvenuta nel luglio 2016"
Print Friendly, PDF & Email

Grande soddisfazione dei vertici regionali, provinciali, locali e dei militanti e sostenitori della Lega della Provincia di Fermo per la visita del Ministro dell’Interno e Segretario Federale della Lega Sen. Matteo Salvini prevista per martedì 17 Luglio. Una presenza che, se da una parte non è stata ancora ufficializzata dalla Prefettura, trova una conferma da parte del coordinatore provinciale della Lega Mauro Lucentini.

“L’arrivo del Ministro dell’interno Salvini avverrà in occasione dell’inaugurazione dei nuovi presidi provinciali delle Forze dell’Ordine di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. Per l’occasione il Prefetto Maria Luisa D’Alessandro sta coordinando tutte le operazioni relative alle cerimonie previste per quella data.

Salvini con Lucentini e Marinangeli durante una passata edizione del Micam

Lo scorso 19 Giugno era partita la richiesta da parte del Commissario Provinciale Lega Mauro Lucentini e del referente Lega del Comune di Fermo Gianluca Tulli indirizzata al Sen. Paolo Arrigoni (comm. Regionale) con la quale si è voluto spiegare l’importanza della visita di Matteo Salvini nel capoluogo di provincia.
“Vogliamo infatti ricordare – spiega Lucentini e tutto il coordinamento provinciale –  che sotto il governo Renzi-Alfano la Città ha subìto un danno alla propria reputazione, con la strumentalizzazione della morte del Nigeriano avvenuta nel luglio 2016. Quelle immagini hanno fatto il giro del mondo e addirittura il governo di allora riunì un consiglio di sicurezza nazionale presieduto dal ministro Alfano, facendo passare un messaggio falso, quello di una città razzista. Il messaggio che invece si darebbe con la partecipazione del Ministro dell’Interno sarebbe esattamente opposto e cioè quello delle istituzioni del governo vicine al cittadino. Siamo consapevoli del fatto che la visita del Ministro dell’Interno è un momento istituzionale, ma sappiamo anche che Matteo Salvini ha scelto di continuare ad essere il nostro Segretario Federale, così come ha comunicato pubblicamente all’ultimo raduno di Pontida. Vorrei infine ringraziare pubblicamente il Sen. Paolo Arrigoni, che ricordo, oltre ad essere commissario regionale Lega, ricopre anche il prestigioso incarico di Questore del Senato e per questo il suo impegno nelle Marche, sempre proficuo e costante, vale doppio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X