facebook twitter rss

”In campo con Roberto”, successo
notturno per la sesta edizione

CALCIO - Al campo "Nelson Tomassini" di Valmir di Petritoli tanti spettatori ed altrettanti ragazzi in campo per commemorare le vite spezzate troppo presto come quella dell'indimenticabile Straccia
Print Friendly, PDF & Email

PETRITOLI – “La vostra battaglia è la nostra battaglia. La ricerca della verità, questo vostro vivere quotidiano è anche un po’ nostro”. Le parole del sindaco Luca Pezzani hanno aperto ieri la serata con i saluti di rito. Una frase, un impegno che tutti coloro che si trovavano in campo così come sulla tribuna hanno fatto proprio e perseguono da sempre.

Iniziava così la sesta edizione di “In campo con Roberto”, la prima in notturna (leggi la nostra presentazione). In campo gli amici di sempre di Roberto insieme a quelli di Marco Vagnarelli e Paola Tomassini, tantissimi: oltre venti persone a squadra per una serata in cui unici protagonisti sono lo sport e la memoria. Marco aveva partecipato più volte alle partite in memoria del nostro amico: amici in comune, esperienze comuni che hanno cementato il rapporto tra due famiglie unite da un destino tragico e che nell’affetto di amici vicini e lontani trovano la forza di continuare a combattere.

Oltre al sindaco di Petritoli e di Moresco ecco Anna Rosa Cianci e Cassandra Steca in rappresentanza di Save the Children Italia: dopo l’iniziativa “Tutti liberi ed uguali” il legame con l’associazione organizzatrice è diventato ancora più solido.

Le partite, giocate su tre tempi da 20 minuti, hanno visto i ragazzi impegnarsi sul campo nel segno di rispetto e sana competizione: a vincere come sempre è la voglia di stare insieme e ricordare.

Non a caso la partita finisce sul tre pari dopo l’ultimo gol della piccola Rosita, la nipote di Marco: non c’è stato bisogno di rigori o spareggi, lo sport e la voglia di stare insieme avevano già vinto.

A fare da contorno alle sfide le voci dei piccoli ragazzi vincitori del Baby Festival di Petritoli: voci giovani e spensierate che ricordano, ancora una volta, che il futuro passa per i ragazzi come anche Anna Rosa Cianci, che ha ricordato i progetti di Save the Children.

A chiudere la serata una splendida interpretazione della piccola Aurora sempre dal Baby Festival di “My heart will go on”. Una canzone tanto difficile da interpretare quanto calzante con la serata e che ha accompagnato i ragazzi in campo così come i tanti intervenuti in tribuna verso casa con una nuova e più forte voglia di ricordare i loro amici oggi e per sempre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X