fbpx
facebook twitter rss

Tragedia a Campiglione:
si toglie la vita
in un casolare disabitato

FERMO - A trovare il corpo senza vita dell'uomo il figlio, in un casolare disabitato. Sul posto la Croce verde di Fermo, l'automedica della Croce azzurra Porto San Giorgio e la polizia di Stato
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli (foto Simone Corazza)

Tragedia questa sera a Campiglione di Fermo dove un uomo di circa 80 anni si è tolto la vita impiccandosi in un casolare disabitato, a poca distanza dal cinema Multiplex. L’uomo, stando alle prime indiscrezioni trapelate dal posto, si è allontanato oggi pomeriggio, più precisamente intorno alle 16,30, dalla sua abitazione di Fermo. Il figlio, non vedendolo rientrare, e non ricevendo alcuna risposta alle sue chiamate al telefono cellulare del padre, si è messo alla sua ricerca. Ricerche in tutta la zona, ovunque. Preoccupazione crescente, col passare dei minuti, per la scomparsa dell’anziano.

Qualche ora segnata dall’ansia poi la tragica scoperta: nel corso delle sue ricerche, il figlio, ha scorto l’auto usata dal padre, una Fiat Punto, davanti a un casolare disabitato. A quel punto è sceso e ha iniziato a cercare il familiare all’interno della casa. Fino al tragico epilogo. L’uomo si era tolto la vita impiccandosi all’interno del casolare. Immediata e disperata la richiesta di aiuto da parte del figlio. Ma quando i sanitari della Croce verde di Fermo e dell’auto medica della Croce azzurra Porto San Giorgio sono arrivati sul posto, per l’anziano non c’era ormai più nulla da fare. Sul posto anche una pattuglia della polizia di Stato in una serata che getta un velo di disperazione in un intero quartiere fermano.

Il casolare all’interno del quale si è tolto la vita l’anziano

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X