fbpx
facebook twitter rss

Musica, artisti di strada, musei aperti,
sabato notte tra le meraviglie di Fermo

FERMO - Aperte cisterne romane, teatro, musei scientifici e mostra sul 400. Ballerini di tango "sospesi" tra biblioteca e palazzo dei priori. Novità 2018: Playroom a palazzo Bernetti Evangelista
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Animazione, musica, musei e negozi aperti, spettacoli fino a tarda ora. Inoltre c’è la novità del Playroom a palazzo Bernetti Evangelista. Sabato 21 luglio dalle 21.30 il centro storico di Fermo torna ad animarsi nei suoi vari angoli, con la Notte delle Meraviglie.

“Se di fronte all’Antica pizzeria vicino il palazzo dei Priori suonerà la musica live di Simone Contigiani, lungo viale Vittorio Veneto i bambini potranno divertirsi con i gonfiabili e la passeggiata con i pony, in collaborazione con la Cavalcata dell’Assunta – ha esordito nella presentazione di oggi, Mauro Torresi, assessore al Commercio – in una Notte delle Meraviglie che vede la collaborazione dei negozi del centro storico. In determinati orari, annunciati dalla fonica, faranno una scontistica particolare ai clienti. E’ una manifestazione per tutti, dai bambini agli adulti, per realizzare la quale è stata di fondamentale importanza la collaborazione dei consiglieri Tramannoni, Giammarini, Falzolgher, Pascucci, ed Emanuela Luciani, oltre ad Orlando Ramini”, ha concluso Torresi, lasciando la parola ad un’altra consigliera comunale, Rita Sagripanti, in rappresentanza della asd Fermo 85: “alle 21.30 e alle 22.30 davanti a Discolandia, porteremo bambine dagli 8 anni in su e adulti fino a 50 anni per proporre il saggio Una vita in vacanza. La storia di un aereo che viene dirottato in varie nazioni per andare in vacanza: dalla Francia al Giappone, dall’Arabia Saudita a New York per chiudere a Venezia con la melodia di Rondò Veneziano, ed esercizi di acrobatica”.

Due gli spettacoli portati dall’associazione Lagrù, rappresentata dal vicepresidente Piermassimo Macchini: “due spettacoli di fronte alla chiesa del Carmine. Sub limen patchwork è uno spettacolo di danza e arti visive realizzato dalla coppia artistica Mauro d’Angelo e Mattia Camilli che unisce teatro di strada al ballo hip-hop, al teatro comico. Alle 21.30 e alle 22.30. Alle 22 e alle 23, invece ci sarà un secondo spettacolo, nel quale Giacomo Pompei propone il Vanaglorioso, che parte suonando la batteria e unisce teatro di strada a visual comedy per arrivare a ginnastica acrobatica.

Piazzale Azzolino si conferma spazio riservato alla rassegna Jazz e non solo Jazz con Karima and the Cyrcles trio e Paolo Recchia, mentre il cortile di palazzo Azzolino ospita la milonga sotto le stelle proposta dall’associazione Alasdetango rappresentata da Anibal Castro: “sarà uno spazio in cui la gente potrà liberamente ballare il tango. Vogliamo portare l’atmosfera di Buenos Aires nelle strade di Fermo, per far interagire la gente e renderla protagonista”. Inoltre ballerini di Alasdetango danzeranno all’interno della loggetta del passetto, situata tra il palazzo della biblioteca civica Spezioli e palazzo dei Priori, su una superficie rialzata visibile dal corso e dalla piazza.

Largo Calzecchi Onesti ospiterà uno spettacolo di teatro circo acrobatico in stile rock intitolato Black and White mentre di fronte a palazzo dei Priori spazio alla musica live con un omaggio ai Beatles. Oltre la mezzanotte, conclusione affidata alla musica anni 80/90 di Eddy Masterjoy e Beatrice Silenzi.

“Ogni Notte delle Meraviglie è stata occasione per un aumento di visite museali in città grazie ad importanti mostre: prima l’Anello di Cupra, poi i Pastori del Rubens per la riapertura della chiesa di San Filippo, ora la sul 400 a Fermo, nella stessa sede. La novità di quest’anno, però, – annuncia Francesco Trasatti si chiama Playroom e si svolgerà a palazzo Bernetti Evangelista. Si tratta di installazioni di arte contemporanea in palazzi privati. E’ la prima edizione e quindi una proposta che potrà essere sviluppata in futuro”. Si tratta quindi di installazioni fatte da giovani artisti, Claudio Crofone, Marco Andrea Magni, Silvia Mariotti, Ornaghi & Pettinari, all’interno di stanze di palazzi storici mai aperti prima al pubblico.

Lucia Medei, in rappresentanza di Sistema Museo descrive il progetto Playroom a palazzo Bernetti Evangelista “un modo per far vivere antichi palazzi in veste contemporanea attraverso un colloquio diretto tra l’opera contemporanea e il palazzo antico. Ci saranno installazioni specifiche che faranno risaltare i dettagli del palazzo. Inaugurazione fissata per domani, sabato 21 luglio alle 18 ma l’esposizione durerà fino al 5 agosto”.

La Notte delle Meraviglie è un’occasione per riscoprire anche l’arte nella città di Fermo, in quanto alla chiesa di San Filippo Neri, lungo corso Marconi, sarà visitabile la mostra “Il 400 a Fermo, tradizioni e avanguardie da Nicola di Ulisse a Carlo Crivelli” e sarà aperto anche il museo polare Zavatti nell’attiguo palazzo Paccarone, così come le cisterne romane e il teatro dell’Aquila.   


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X